I giocatori della Reyer insultati e aggrediti dai tifosi dell'Avellino

AVELLINO - Insultati e aggrediti prima dell'allenamento. E' successo domenica pomeriggio ad Avellino ai giocatori della Reyer Venezia. In pratica gli atleti sono stati oggetto di sfottò e insulti  - fino ad arrivare ad un vero e proprio contatto fisico - da parte dei tifosi della Sidigas Basket Avellino all'esterno del PalaDelMauro. Il tutto si è consumato nel giro di pochi minuti mentre i giocatori entravano in campo per allenarsi, una volta finito il turno della squadra avversaria. Quella è stata l'occasione, per la tifoseria avellinese  - per altro da sempre gemellata con quella veneta - di incrociare i veneziani. Una parola di troppo, qualche spintone, un episodio grave ma che fortunatamente si è concluso senza feriti e - almeno per il momento - senza denunce. La tensione rimane comunque alta per la semifinale scudetto Gara 6 che si disputerà stasera alle 8'45.

Sul sito della Sidigas è apparso un comunicato stampa nel quale la società si dice "profondamente dispiaciuta per gli attimi di tensione che si sono verificati. Il club irpino, da sempre in prima linea per far sì che lo sport incarni il valore della serenità e i principi dell’ospitalità e del rispetto reciproco, è molto rammaricato e si scusa per l’accaduto. Sulla base di questi principi è desiderio della società che la Reyer Venezia possa sentirsi al PalaDelMauro come a casa sua, in condizioni di assoluta tranquillità. La società spera che la splendida serie di semifinale play off possa continuare con la stessa intensità e sportività, all’insegna dei rapporti di amicizia e di vicinanza che da sempre legano i due club".

Leggi l'articolo completo
su Il Gazzettino
Jesolo, manca il personale per gli alberghi Non si trovano lavoratori: «Preferiscono il bonus e il reddito di cittadinanza»
Nonna scivola nel dirupo mentre passeggia con la figlia e i nipoti. Lucia muore dopo un volo di 200 metri
Aggressione in centro al paese: 28enne del posto accoltella un venditore senegalese
Diciannovenne scivola in una profonda gola del torrente e non riesce più a uscire
Coronavirus in Veneto, i contagi crescono: +66 in 24 ore. Prosegue l'impennata di persone in isolamento