Gatti, è allarme abbandoni: «Numeri fuori controllo»

TREVISO Vedendoli così social nessuno potrebbe dire che i testimonial della nuova campagna Adopt me sono solo una piccola parte di quell'universo i gatti abbandonati nella provincia. Nel 2017 Enpa Treviso ha affidato 947 gatti, di cui 400 solo dal gattile di Conegliano. Quest'anno i ritrovamenti sono aumentati di oltre l'80% e il nuovo gattile, seppure a lavori non ultimati, ha dovuto aprire forzatamente sotto la spinta delle emergenze e dei continui abbandoni e ritrovamenti, arrivati oggi a quota 500. Lontani i tempi in cui i volontari raccoglievano dai 2 ai 4 ritrovamenti al giorno di cuccioli e gatti, per un totale di oltre 300 pelosi abbandonati nei modi più impensabili. I numeri dello scorso anno hanno lasciato il posto ad un'emergenza non più controllabile. Su questa strada lastricata di problemi, con piccoli pelosi lasciati in case private a pagamento, bisognosi di cure e di cibo di qualità per aumentare le difese immunitarie l'Enpa ha incontrato i progetti solidali di Almo Nature. L'azienda, da sempre impegnata a creare prodotti per il benessere di cani e gatti, si è attivata per risolvere l'emergenza in modo concreto sostenendo il rifugio con forniture alimentari gratuite di qualità attraverso l'azione LoveFood. Tanti piccoli mici, trovati in condizioni disperate, si sono salvati. Oggi il gattile Enpa e lmo nature raccontano, attraverso la campagna sociale tante piccole storie d'amore. Gatti cuccioli e anziani, abbandonati e ritrovati ma anche SuperGatti che nonostante invalidità e problemi di salute dovuti spesso a maltrattamenti e noncuranze da parte dell'uomo, alla fine vincono.
LE STORIE
Uno su tutti, il più amato dei social, è Omero, un gattino trovato abbandonato in un fienile ridotto in carne ed ossa e in condizioni di salute pessime. Rimasto cieco a causa di un virus, è dovuto rimanere 20 giorni in clinica sempre in bilico tra la vita e la morte prima di poter essere vaccinato e approdare in rifugio. Il super gatto Omero, fiero del suo mantello rosso, dopo aver donato gioia e amore a tutti i volontari del gattile, ha trovato famiglia dopo meno di 2 mesi: una superadozione sostenuta e resa possibile proprio grazie ad AdoptMe di Almo Nature.
IL PROGETTO
L'azione AdoptMe ha lo scopo di incentivare adozioni responsabili donando un mese di alimenti di alta qualità per ogni animale che trova un amico umano. Il progetto pilota ha riscontrato da subito grande successo e nel giro di pochi mesi, da ottobre a gennaio 2017, ha sostenuto oltre 60 adozioni. «L'emergenza non è cessata, anzi è cresciuta drammaticamente. Siamo lontani della consapevolezza umana che bisogna sterilizzare i gatti e impedire le centinaia di cucciolate la cui sorte è spesso segnata commentano Paolo Mumolo, volontario Enpa, e Camila Arza Garcia, responsabile dei progetti solidali di Almo Nature Lavoriamo insieme per combattere l'abbandono, un comportamento disumano fatto di ignoranza, noncuranza e violenza; un fenomeno che senza profonde campagne di sensibilizzazione è destinato a continuare. Bisogna intervenire sulle negligenze umane e insegnare la cultura del rispetto e la sensibilità verso i propri compagni animali. È questa la mentalità che vogliamo trasmettere ad ogni persona che vuole portare a casa un micio, per promuovere adozioni consapevoli».
 

Leggi l'articolo completo su Il Gazzettino.it
Outbrain