Il teatro non è antico, sequestrata l'opera-patacca: «Recente e abusiva»

Il teatro non è antico, sequestrata l'opera-patacca: «Recente e abusiva»
BRENDOLA - I carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Venezia, assieme alla stazione carabinieri di Brendola e con la collaborazione della Polizia locale e il supporto della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per il Veneto Occidentale, hanno dato esecuzione al decreto di sequestro preventivo disposto, in via d'urgenza, dalla Procura della Repubblica di Vicenza (che già stava indagando da tempo) dell'intero complesso denominato Anfiteatro Marittimo Berico Porto degli Angeli, di circa 5000 mq.  Il provvedimento si è reso necessario poiché il complesso, falsamente pubblicizzato come teatro greco, è una costruzione recente, realizzata in assenza del permesso di costruire e di autorizzazione paesaggistica, spiegano in una nota i carabinieri. La struttura si presenta costituita da una cavea, con gradinate in appoggio al pendio collinare, e da un laghetto scavato artificialmente in luogo della scena.
 
 

Le gradinate sono realizzate con blocchi squadrati di pietra tenera giallastra, semplicemente sovrapposti o stuccati. Il laghetto, realizzato negli ultimi anni, è rivestito da una guaina impermeabilizzante e da cemento. Sono presenti arredi scenici, statue in gesso e colonne in cemento, sparse in vari punti dell'area, unitamente ad alcune strutture ai lati delle gradinate che appaiono costituite da elementi in vetroresina, cartapesta o similari.  Una persona è stata deferita in stato di libertà per i reati di abuso edilizio, violazione del vincolo paesaggistico e ricerche archeologiche non autorizzate.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 30 Novembre 2016, 13:09






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Il teatro non è antico, sequestrata l'opera-patacca: «Recente e abusiva»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 24 commenti presenti
2016-11-30 13:16:14
Ma che notizia é ?
2016-11-30 13:23:52
l'avevo detto che era un pataccaro...
2016-11-30 13:31:14
Strano paese. Se uno costruisce un orrendo capannone, che poi magari resta li a marcire, uno chalet finto-svizzero, un cubo di cemento, ma con tutte le possibili "autorizzazioni" (su cui nessuno questiona) va benissimo. Se uno "attrezza" una collina di sua proprieta' ad "antico teatro greco" per sfruttarlo per attivita' immagino culturali-ricreative commette un grave abuso. italia.
2016-11-30 13:44:03
italiani popolo di falsari
2016-11-30 13:45:13
Bravo!!!....Ma quelli delle "teste di Modigliani" l'avevano fatta meglio!!!!