La Moretti dà la sufficienza a Zaia: «Però usa una brillantina orribile»

Alessandra Moretti e Luca Zaia a Porta a Porta
VENEZIA - «Se passa il sì alla riforma, io dimezzerò il mio stipendio da consigliere regionale: da 8mila euro netti al mese ne prenderò 4mila. Infatti sono pochi consiglieri regionali e Presidenti di regioni che fanno campagna per il sì». Lo ha detto la vicentina Alessandra Moretti, ex vicesindaco di Vicenza, ora capogruppo Pd in Veneto, a "Un Giorno da pecora", condotto da Geppi Cucciari e Giorgio Lauro, su Radio1 della Rai.

Riguardo al futuro, alla domanda se nel 2018 si candiderà alla Camera oppure a sindaco di Vicenza, ha risposto: «Io sto in regione». «Abbiamo due visioni completamente diverse: io sono una donna, sono molto più pratica. Io sarei più coraggiosa su alcune scelte» ha poi detto riguardo al presidente veneto Luca Zaia. Che voto gli darebbe sino ad ora? «Un sei». E per Natale gli regalerebbe «forse un gel per capelli diverso da quello attuale. Perché ora sui capelli mette una brillantina orribile. A me il gel sui capelli non piace, secondo me non dovrebbe metterlo».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 2 Dicembre 2016, 09:32






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
La Moretti dà la sufficienza a Zaia: «Però usa una brillantina orribile»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
VIDEO
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 7 commenti presenti
2016-12-03 11:01:48
La Moretti vorrebbe salire sul carro dei vincitori...
2016-12-03 06:37:43
Ieri impazzava il decollete' della Ministra Elena Boschi (in foto su tutti i giornali online "alla serata prima dell'Otello in Napoli.Praticamente gurdando le occhiate dei vari esponenti politici e la gara al baciamano ed alla foto-selfie affiancati...si era raggiunta l'Unita' nazionale e la Concordia Civile..tutti sullo stesso piano di ..sbircianti.
2016-12-02 18:11:31
Secondo mi a lo fa bon!
2016-12-02 17:37:42
E secondo me lei farebbe meglio a non parlare...
2016-12-02 17:33:05
Il governatore non usa brillantina, la secerne direttamente.