Paolo, bagnino e culturista, muore dopo un banale intervento al cuore

PER APPROFONDIRE: borso, marostica, morto, nuoto, paolo battocchio
Paolo Battocchio

di Gabriele Zanchin

TREVISO - Un gran fisico, un mare di amici e due attività: la palestra che fondò 30 anni fa a Marostica, città di residenza, e il lavoro di bagnino alla piscina Conca Verde di Borso del Grappa, dove ora lo piangono tutti. Paolo Battocchio, 49 anni, è morto per le complicanze di  un'operazione di routine al cuore. Era la salute fatta persona, ma si trascinava il problema della disfunzione a una valvola aortica. É finito sotto i ferri all'ospedale verso fine agosto, dopo 3 rinvii.  Paolone, come amavano chiamarlo gli amici più stretti per la sua stazza fisica, è stato in coma farmacologico e le sue condizioni sono gradualmente peggiorate, fino a precipitare.

Sul decesso indaga la Procura che ha aperto un fascicolo e disposto un'autopsia. L'esame verrà effettuato domani e dagli esiti si attendono risposte certe sulle cause della morte. Mercoledì, con ogni probabilità, sarà celebrato il funerale. Lascia 2 fratelli e la fidanzata sotto choc, ma anche centinaia di amici. La piscina Conca Verde ha chiuso i battenti una settimana fa. E sotto questa pioggia, la tristezza si accumula.

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 11 Settembre 2017, 05:02






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Paolo, bagnino e culturista, muore dopo un banale intervento al cuore
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti