Invia selfie hard a uno sconosciuto su whatsapp, costretta a denunciarlo

Invia selfie hard a uno sconosciuto  su whatsapp: costretta a denunciarlo
BASSANO DEL GRAPPA -  Un ricatto hard è emerso nelle ultime ore in città. Vittima, forse esibizionista o ingenua, è una 23enne bassanese di origini sudamericane che ha inviato dei selfie che la ritraevano nuda a un senegalese di 25 anni, residente in città, conosciuto su WhatsApp, ma mai visto di persona. Dopo aver chattato con lui per qualche giorno alla ragazza è arrivata la richiesta del senegalese di inviargli delle foto a luci rosse.
La 23enne si è fatta dei selfie che la ritraevano nuda e in pose erotiche. Ricevute le immagini il 25enne ha chiesto a lei di incontrarsi per un approccio sessuale. Al no la  23enne è stata tempestata di messaggi ricattatori dai toni forti «Fai sesso con me o posto le tue foto hard» e «Se non accetti di venire a letto con me spedisco tutto a tua madre». Impaurita la ragazza ha bloccato il numero del cellulare del senegalese che però ha continuato nel ricatto usando il cellulare di un amico. Esasperata la 23enne si è rivolta al commissariato è per il 25enne è scattata una denuncia per tentata estorsione. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 14 Settembre 2017, 10:44






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Invia selfie hard a uno sconosciuto su whatsapp, costretta a denunciarlo
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 37 commenti presenti
2017-09-16 19:29:28
Mettiamola così allora:Lei ha certamente il diritto di cambiare idea se l'accordo era di incontrarsi per un rapporto sessuale,ma allora perchè anche lui non avrebbe il diritto di far vedere le foto a chi vuole,ammesso che ci fosse un accordo contrario?Se una mi manda delle foto di se stessa senza precondizioni,le foto ora sono mie e potrei farne ciò che mi pare e piace.Dico questo perchè per conto mio la donna ha almeno mezza colpezza sulla situazione.Queste non erano foto scattate tra coniugi o fidanzati,ma selfie mandate da una donna a uno sconosciuto.Sicchè anche lui avrebbe diritto di cambiare idea,o questi diritti di dietrofront funzionano solo per le donne?
2017-09-17 12:18:37
Non puo' paragonare il diritto di cambiare idea di una donna, al vile ricatto sessuale o a fini di lucro che ha risvolti penali molto seri. Molte giovani fanciulle vengono tradite dal fidanzatino di turno o dall'orco che carpisce la fiducia sui social dopo essersi fatti mandare una foto "hot". Il messaggio da trasmettere è quello di prendersi le proprie responsabilità, non farsi sopraffare dalla vergogna, parlarne coi genitori, e denunciare immediatamente le sopraffazioni. Corona ha fatto una fortuna ricorrendo a simili ricatti ai cosiddetti VIP. Ha pagato, ma non abbastanza, per questo.
2017-09-15 16:54:06
A 23 anni una non e' una bambina. Sa benissimo cosa sta facendo!
2017-09-14 20:47:01
In questo caso la colpa è tutta della ragazza.
2017-09-14 17:33:46
Costretta a denunciarlo..... Perche' naturalmente la donna e' sempre vittima, no?