Pietro, grande sportivo e re della
bruschetta: gli intitolano un viale

Piero Cula in una caricatura presente all'interno del suo loale

di Vittorino Bernardi

TORREBELVICINO – Pietro Manfron, scomparso nel 1997 all’età di 58 anni per un male incurabile, è stato per lunghi anni attivo nel mondo sportivo turritano, tra i fondatori nel 1974 del Calcio Torrebelvicino e successivamente dirigente. Pietro Manfron di professione faceva il ristoratore, conosciuto come “Piero Cula” nel 1978 si specializzò negli antipasti e snack gustosi da aperitivo, diventando il “re della bruschetta” per un successo straordinario, rafforzato poi da un altro piatto: “i fasoi de Piero Cula”, diventato un marchio registrato.

Il locale “da Piero Cula” ora è gestito dalle figlie Paola e Roberta e dalla moglie Odilla che per ringraziare pubblicamente il Comune hanno scritto un post su Facebook. «Un grazie di vero cuore a tutta l'amministrazione comunale per questa grande soddisfazione che ha dato alla nostra famiglia. Si vede che bel ricordo ha lasciato il nostro Piero, uomo che ha lottato per i giovani e che lotta ancora dal Cielo per loro. Grazie Piero, sei stato un grande uomo: a quasi 20 anni della tua morte sei ancora ricordato, con il sorriso, da tutti».

A questo turritano conosciutissimo da tante generazioni il Comune ha deciso infatti di intitolare il viale che conduce agli impianti sportivi di via Savio. Sabato 24 settembre, alle 14, la cerimonia di inaugurazione, con il sindaco Emanuele Boscoscuro seguita dalle 15 alle 18.30 da un torneo di calcio giovanile a sei squadre: Torrebelvicino, Poleo, Concordia Schio, Summania, Marano e Schio. Una festa per gli sportivi e gli amanti della buona tavola.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 23 Settembre 2016, 12:03






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Pietro, grande sportivo e re della
bruschetta: gli intitolano un viale
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti