Amatriciana a ruba, migliaia di piatti
in piazza: ora Cassola all'ex caserma

Serata con l'amatriciana solidale (da facebook)
BASSANESE - L'Amatriciana solidale in piazza Libertà ha riunito migliaia di persone in centro storico per sostenere, degustando un piatto di pasta tipico, le popolazioni colpite dal sisma in centro Italia. 12.721,05 euro sono stati raccolti in poche ore e già versati sul conto corrente del Comune di Bassano, messo a disposizione per l’occasione: tenuto conto del fatto che per ogni piatto si chiedeva il corrispettivo di almeno 5 euro, ma in molti casi la generosità ha prodotto un’offerta maggiore, si calcola che siano state servite circa 2300 porzioni di pasta. Il sindaco Poletto e l'assessore Mazzocchin ringraziano i tanti volontari che hanno organizzato alla perfezione la serata, con i tavoli che occupavano tutte le piazze.  Gli utili saranno messi a disposizione delle popolazioni terremotate non appena sarà individuata la destinazione precisa.

Ora è il turno di Cassola. Sabato sera 24 settembre, alla ex caserma dei muli, a chiusura di una giornata all'insegna dello sport e della solidarietà, la comunità di Cassola avrà l'occasione di dimostrare la propria vicinanza alle popolazioni terremotate. Nel pomeriggio a San Zeno andrà in scena la festa dello sport, aperta a tutti i bambini e i ragazzi che vogliono conoscere e provare uno sport, dalle 15 alle 18, promossa dall'amministrazione in collaborazione con la Polisportiva comunale e i club che operano nel comune in varie discipline: alla fine poi l'assessore allo sport Marta Favaro Orlando premierà gli atleti del paese che hanno raggiunto risultati d'eccellenza e consegnerà poi alle associazioni sportive 12 defibrillatori, che verranno posizionati in tutti gli impianti sportivi comunali: attrezzature salvavita per le quali l'Amministrazione ha stanziato 12 mila euro.

Dalle 19 in poi invece, nell'ex caserma "ai muli" di San Giuseppe, si alza il sipario sull'Amatriciana solidale. Associazioni, gruppi e persone di buona volontà si rimboccano le maniche per dar vita ad un grande pasta party in salsa "amatriciana", in omaggio alla cittadina laziale divenuta simbolo della tragedia dello scorso agosto. Il ricavato della manifestazione servirà proprio per sostenere la ricostruzione dei paesi colpiti dal terremoto. Non serve la prenotazione e l'evento si tiene anche in caso di pioggia. Grande mobilitazione di tutte le organizzazioni volontarie e sportive.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 23 Settembre 2016, 13:43






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Amatriciana a ruba, migliaia di piatti
in piazza: ora Cassola all'ex caserma
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti