Pasquale696969

Commenti pubblicati:
Mercoledì 20 Settembre 2017, 16:23
Il vicesindaco era anche il suo legale....
Mercoledì 20 Settembre 2017, 16:21
Una bella famigliola, non c'è che dire...certo che la Puglia non si smentisce mai
Lunedì 18 Settembre 2017, 15:13
Che diamine, c'è sempre un hotel in val d'Aosta. gestito da CL, che lo aspetta..
Mercoledì 30 Agosto 2017, 17:31
Vai Federico, lascia questo paese, ti auguro una sorte migliore di quella riservata a noi. Un abbraccio
Lunedì 28 Agosto 2017, 10:46
A Cassino e dintorni nel 1944, dopo gli episodi in danno deelle donne locali, avvenute ad opera delle truppe africane del corpo di spedizione francese, coniarono il termine "marocchinate". La storia evidentemente si ripete, possiamo dire che certe popolazioni hanno nel DNA una certa considerazione della donna.
Sabato 29 Luglio 2017, 09:06
Mio figlio ha chiesto per tre anni di fila di andare a raccoglier l'aglio: le aziende prima dciono di si, ed assicuravano il pagamento con voucher (7,5 euro/ora). Poi sparivano. E si veniva a sapere che assumevano clandestini a 2-3 euro. C'è poco da fare, l'occasione fa l'uomoladro. Non esite che noi del nord siamo più onesti, Forse da noi ci sono meno caporali, ma anche qui se c'è da risprmiare e far lavorare in nero non si tirano indietro. La soluzione non sta nello stangare di sanzioni gli imprenditori, bensì nell'impedire che in giro ci siano frotte di miserabili disposti a fare gli schiavi pur di mangiare. Entri in IOtalia e ci resti solo se hai un contratto regolare in mano. Così, tutti lavorano, bianchi e neri. Ma questo Francisco non lo accetta...ad maiora !!
Venerdì 28 Luglio 2017, 12:17
Ed invece uscirà. Ed abbastanza presto. Incensurato, attenuanti pari alle aggravanti, in secondo grado non beccherà più di 16 anni, ne farà al massimo 10, poi fra permessi prova, buona condotta, ed altre falsità catto-bizantine simili potrà essere libero. Non solo, avrà anche diritto di frequentare i figli, ai quali ha sgozzato la madre. Che paese.....
Giovedì 27 Luglio 2017, 13:37
Zero in geografia, Elise
Mercoledì 26 Luglio 2017, 11:32
Questa nazione è ormai fallita.
Lunedì 24 Luglio 2017, 17:00
Anche quello dell'avvocato che difende simili personaggi. Oh, ce ne fosse uno, dico uno, che rifiuta la difesa quando si tratta di accuse come queste.
Lunedì 24 Luglio 2017, 11:35
Grazie a qualcuno in evidente stato di deficit neuronale, al posto della puzza dei visoni (inesistente, e comunque mooooolto inferiore a quella dei 600 vitelloni che erano lì fino a pochi mesi fa) ora gli abitanti di villadose si sono respirati l'amianto bruciato. Grandi !!
Lunedì 24 Luglio 2017, 11:33
Viviamo in un paese libero, quindi penso che ognuno a casa sua sia libero di ospiatare chi più gli aggrada. Brava calabria !!
Giovedì 20 Luglio 2017, 11:30
Io trovo che sia una decisione che va rispettata anche se non ci piace. Sono anni che su tutti i media ci martellano di non abbandonare i cani, e questa, che fa comunque un atto responsabile perchè il canenon l'ha abbandonato ma affidato ad una struttura, viene criminalizzata così? Avrà ben il diritto di fare le scelte che ritiene più sicure per sua figlia? E' una madre comunque coraggiosa, che non si comporta come quegli incoscienti che lasciano i propri figlipiccoli con i cani di taglia importante e poi sappiamo come molte volte è finita. Ed è una persona coscienziosa perchè non ha abbandonato il cane legato ad un gurdrail in autostrada
Lunedì 17 Luglio 2017, 09:36
Penso sia una lodevole battaglia quella del Sindaco, però purtroppo già persa. Lo dimostra il precedente di Roma
Giovedì 13 Luglio 2017, 12:51
Quando saranno abbattute tutte le case (NB: case...) abusive edificate sulle spiagge delle regioni italiane che tutti noi ben conoscimao, allora si potrà eticamente procedere all'abbattimento delle "capanne " di Pellestrina. Basta Italia dei furbi e Italia dei poveri cristi
Giovedì 13 Luglio 2017, 11:47
Nel dopoguerra, nell'Italia che aveva fame e miseria, c'erano già state esperienze simili. In edifici di proprietà pubblica intere famiglie coabitavano, separate da paretei di cartone per dare un minimo di privacy. Ma servizi e cucine erano in comune. Quindi, niente di nuovo. Semmai, fa specie che la nazione si sia ridotta a ritornare a questo tipo di passato
Mercoledì 12 Luglio 2017, 08:21
Ma dico io, vedi una scatola, con bottiglie, sospetti qualcosa e vai ad aprirla ??
Sabato 8 Luglio 2017, 09:41
L'ho conosciuto da bambino, era a scuola con mio figlio. Un ragazzo di una dolcezza infinita. Quasi un angelo, di passaggio su questo misero mondo. Un pensiero allo strazio infinito dei poveri genitori. ET
Sabato 8 Luglio 2017, 09:38
Non gli bastano evidentemente tutti i soldi che Roma elargisce in quanto regione autonoma. Nausea senza fine.
Venerdì 7 Luglio 2017, 10:43
Votate PD votate PD votate PD. Futuro garantito.
Mercoledì 5 Luglio 2017, 15:54
Estratto dal Corriere veneto di oggi: Si tratta purtroppo di una malattia mortale nel cento per cento dei casi – spiega il professor Salvatore Monaco, direttore della Clinica neurologica dell’Università di Verona -. È però sbagliato parlare di “mucca pazza”, una forma della malattia che è praticamente scomparsa e che, vent’anni fa, ha causato circa duecento vittime». Il team di neurologi veronese è stato quello che, a livello mondiale, ha elaborato il test delle mucose olfattive per la diagnosi delle encefalopatie spongiformi. «Esistono infatti diverse forme di encefalopatia – continua Monaco -, da quella genetica a quella causata dagli ormoni che un tempo venivano estratti dalle ipofisi cadaveriche. La più comune, e della quale non si conoscono le cause, è proprio quella sporadica, non contagiosa e non trasmissibile. Purtroppo non esiste una cura, se non alcune terapie palliative che possono alleviare gli ultimi mesi. Attraverso il nostro test riusciamo a capire nel giro di poche ore da quale ceppo il paziente è affetto. Si tratta dell’unico test possibile con il paziente in vita. Prima si poteva solo far ricorso all’esame post mortem». Un esame diagnostico del corpo sarà comunque effettuato sulla paziente. Al momento, comunque, la procura di Padova non è stata interessata dalla vicenda, proprio perché si esclude che la malattia possa essere stata generata da un piatto di carne infetto e che, quindi, possa esserci un’ipotesi di reato.
Mercoledì 5 Luglio 2017, 12:30
L'ente regione (minuscolo) andrebbe abolito. Divorano montagne di fondi e non contribuiscono oper nulla alla richhezza del paese. Solo solo un peso inutile alla parte sana e produttiva della nazione. Tutte.
Martedì 4 Luglio 2017, 12:29
Sono un Dirigente della PA quindi so bene di cosa parlo. La mia, pertanto, non è astiosa inconsapevolezza, ma granitica conoscenza. Circa il pretendere politici migliori, sono d'accordo con te.
Martedì 4 Luglio 2017, 12:13
Dove l'hailetta questa bufala?
Lunedì 3 Luglio 2017, 16:04
Centrato ! bravo coppertone, condivido al 100%
Lunedì 3 Luglio 2017, 12:00
Se il dirigente ha deciso in tal modo, avrà avuto le sue motivazioni. Se non le condivide, il valutato farà presente le sue osservazioni: alla fine, sempre il valutatore dovrà decidere. Che è pagato anche per questo. Gli va dato atto di aver avuto un notevole coraggio. Spicca la sua decisione nel mare delle valutazioni che si danno nella P.A., dove tutti o quasi raggiungono il 99,9% degli obiettivi, e dove tutte le valutazioni sono quasi sempre al massimo. Il sistema "dovrebbe"premiare i migliori in servizio. Spessissimo invece si assiste ad un ignobile "todos caballeros" .
Venerdì 30 Giugno 2017, 12:45
Bene. bene, bene.....
Venerdì 30 Giugno 2017, 10:35
Che bello, tutti felici e zuccherosi. Ora finalmente potrà rientrare nel bel paese. Aspettiamo fiduciosi la prossima occasione in cui attaccherà un altro cane o rovinerà la faccia ad un bambino. Ma anche allora, saremo sereni. Una bella "mail bombing" e sistemeremo tutto. Perchè il belpaese è fatto così, conta più la pancia, della testa.
Mercoledì 28 Giugno 2017, 13:44
Ora mi raccomando, avvocati d'ufficio (pagati dai cittadini) per questi due. Ed ancora, mi preme sottolineare, tre gradi di giudizio, neh?