Puglia, il Twiga di Briatore pronto ad aprire in Salento: ecco dove

PER APPROFONDIRE: flavio briatore, salento, twiga
Il Twiga di Briatore pronto ad aprire in Salento: ecco dove

di Elio Paiano

OTRANTO - Il Twiga è pronto per aprire i battenti i lavori sono in dirittura d’arrivo e si vedono due segnali inequivocabili: il faccione di Flavio Briatore all’uscita dall’aeroporto di Brindisi con la pubblicità che annuncia l’apertura del locale e le strutture già montate a Otranto. 
Un lavoro molto complesso, quello della costruzione della nuova struttura deluxe, con la creazione di una discesa a mare totalmente libera ed autonoma (ovviamente pedonale) i parcheggi ed i servizi. Insomma, l’area del Canalone sarà servita come se fosse un lido, con tanto di accessi e scalinate, ma resterà totalmente libera, così come prevede questa intuizione idruntina degli anni ’80 che intende valorizzare le aree immediatamente a ridosso della fascia demaniale. 
Le strutture appaiono minimali e lineari, mentre la quantità di essenze e piante della macchia mediterranea messe a dimora è veramente notevole. Nel frattempo si moltiplicano le iniziative, dopo i casting per le assunzioni si prevede di occupare, per l’intera stagione una quarantina di ragazzi per un investimento complessivo che dovrebbe superare i due milioni e mezzo di euro. 

Al di là del marchio Twiga, che fa capo all’imprenditore Flavio Briatore, la struttura si propone di servire a sua volta le strutture di fascia alta presenti nel Salento, di catturare la clientela con grande capacità di spesa.
Basti pensare alle numerose masserie e dimore di lusso pugliesi che, proprio in questi giorni, stanno stringendo convenzioni con il Twiga. Sì, sembra un paradosso, ma nonostante le idee di Flavio Briatore, che nella sua ultima toccata e fuga salentina ha detto che «le masserie non servono a niente», sono invece proprio i clienti di queste strutture di charme ad essere interessati ed incuriositi dalla prossima apertura del Twiga di Otranto. 
Del resto la voglia di luoghi esclusivi per una clientela di fascia alta è notevole, basti pensare alle richieste che arrivano per il lido della Castellana, oppure, addirittura, per l’altro accesso al mare, quello della Staffa. 
L’accesso al mare che permetterà, dopo anni di difficilissima fruizione, di accedere alla spiaggia della Staffa, nonostante la struttura aprirà solo fra due estati, ha già ricevuto richieste da resort a 5 stelle pugliesi. 
Insomma, la formula degli accessi al mare, la loro location esclusiva, pare piacere molto ai turisti vip, indifferentemente se a proporre tale offerta sia Briatore o qualcun altro. 
In effetti, questa tipologia di struttre garantisce una fruizione libera del mare ma, di contro, un accesso ai servizi di fascia più alta molto esclusivo. Per capirci, queste strutture non saranno mai affollate come una spiaggia, sono silenziose e lontane dai litorali più battuti dalla folla. 

Ovviamente, molta curiosità desta l’offerta che Briatore intende riservare al Salento: nulla è ancora trapelato in tal senso, ma sono in tanti a giurare di aver sentito fare i nomi di molte star dello spettacolo nazionali che, assolutamente, saranno presenti ad Otranto, al Twiga. Magari proprio nel giorno dell’inaugurazione, che dovrebbe essere imminente. I ben informati, infatti, assicurano che la struttura dovrebbe essere fruibile già nelle settimane immediatamente seguenti le festività pasquali.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 5 Aprile 2017, 11:07






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Puglia, il Twiga di Briatore pronto ad aprire in Salento: ecco dove
CONDIVIDI LA NOTIZIA
VIDEO
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER