Attacco hacker, colpiti centomila sistemi in 150 paesi

PER APPROFONDIRE: cyberattacco, hacker
Attacco hacker, colpiti centomila sistemi in 150 paesi. Chi c'è dietro?
Il cyberattacco lanciato nei giorni scorsi ha colpito i sistemi di 100 mila organizzazioni in 150 Paesi. Ne dà notizia Europol. Il virus diffuso dagli hacker ha presoo il controllo dei pc e dei file degli utenti colpiti, chiedendo un riscatto per la loro liberazione. La Russia e il Regno Unito sono stati tra i Paesi più colpiti dall'attacco.

A 36 ore dal lancio di Wannacry, il malware che ha infettato migliaia di computer in tutto il mondo, si contano i danni che vanno dalle ferrovie tedesche alla Renault che ha fermato gli stabilimenti in Francia. L'unico che è riuscito ad arginare il virus è un ragazzo britannico che si nasconde dietro il suo account twitter. Per motivi di studio il giovane aveva comprato un dominio a cui Wannacry rimandava. Senza sapere che in quel dominio i cyberterroristi avevano
nascosto "l'interruttore" per spegnerlo: una volta attivato, il virus si sarebbe fermato. Per scoprire chi si nasconde dietro Wannacry l'Europol schiera la Joint Cybercrime Action Taskforce (Jcat), un'unità speciale composta da un gruppo di cyber investigatori specialisti internazionali.

Rob Wainwright, direttore dell'Europol, in un'intervista all'emittente britannica Itv, ha affermato che il mondo si trova ad affrontare una «crescente minaccia» e ha espresso preoccupazione per la possibilità che lunedì mattina vengano lanciati nuovi attacchi. 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 14 Maggio 2017, 13:09






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Attacco hacker, colpiti centomila sistemi in 150 paesi
CONDIVIDI LA NOTIZIA
VIDEO
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2017-05-14 14:51:41
'Sta storia del dominio libero, quindi acquistato, nel quale i cybercriminali avrebbero nascosto "l'interruttore" del virus, fa acqua da tutte le parti.
2017-05-15 09:19:26
Sono d'accordo con lei, sono le solite manipolazioni… quelle che hackerano già di tutto: elezioni, informazioni, ecc. ecc.
2017-05-15 11:14:36
Non sono un complottista, ma il fatto che degli hacker evidentemente abili lascino in un dominio la "chiave" per disattivare un virus, e che questo dominio finisca poi sul libero mercato col suo contenuto, mi lascia perplesso.