Trump, Cnn: «I russi avevano materiale compromettente su di lui»

PER APPROFONDIRE: donald trump, russia
Trump, la Cnn: «I russi avevano  materiale compromettente su di lui»

di Anna Guaita

I capi delle agenzie di intelligence Usa hanno presentato al presidente Barack Obama e al presidente eletto Donald Trump un rapporto in cui si sostiene che il governo russo ha ottenuto "informazioni personali e finanziarie compromettenti" circa Trump stesso. Lo ha annunciato la Cnn con una "breaking news". Le informazioni provengono da un ex agente dell'MI6, il servizio di spionaggio britannico, il cui lavoro è stato giudicato "attendibile" dopo mesi di controlli da parte degli 007 americani.

L'agente ha raccolto le informazioni su Trump per conto dei suoi rivali repubblicani durante le primarie. Secondo quanto dice la Cnn, l'intelligence Usa si è convinta che il misterioso ex 007 abbia "una rete credibile di informazioni in tutta l'Europa". L'uomo avrebbe consegnato il suo dossier sui russi e Trump a un agente dell'Fbi di stanza a Roma. L'ex agente britannico ha poi consegnato lo stesso rapporto a un ex ambasciatore britannico in Russia, il quale a sua volta l'ha dato al senatore John McCain il giorno dopo l'elezione di Trump. A quel punto McCain ha chiesto un incontro a quattr'occhi con il direttore dell'Fbi al quale ha consegnato il rapporto.


Il rapporto è lungo 35 pagine nella sua versione top secret. Una versione abbreviata, e depurata delle dichiarazioni più confidenziali, di sole due pagine, è quella presentata sia a Trump che Obama, che otto membri del Congresso. Nel rapporto si spiega anche che l'intelligence ha sentito i russi sostenere di aver mantenuto contatti diretti con gli esponenti della campagna di Donald Trump durante la campagna elettorale. I servizi Usa chiariscono di non aver prove indipendenti che questi rapporti siano effettivamente avvenuti, riportano solo quel che i russi sostengono sia avvenuto.

I capi dell'intelligence Usa che hanno incontrato Trump lo scorso venerdì hanno deciso che il presidente eletto aveva diritto di conoscere il contenuto del dossier dell'ex agente britannico.

A quanto rivela il quotidiano "Daily News", che sostiene di aver visionato il rapporto che risale allo scorso giugno, il misterioso ex 007 britannico avrebbe anche descritto un incontro fra Donald Trump e due prostitute in un albergo di Mosca, il Ritz Carlton.

Parlando alla Cnn, il giornalista Carl Bernstein, che insieme al collega Bob Woodward rivelò lo scandalo del Watergate, ha detto semplicemente: «Sono notizie scioccanti».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 10 Gennaio 2017, 23:37






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Trump, Cnn: «I russi avevano materiale compromettente su di lui»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti