Lunedì 14 Agosto 2017, 00:00

«COSÌ HO CURATO FRANCESCO COSSIGA, L'EX PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA MI CHIAMAVA GIORNO E NOTTE»

«Certo che dico a un malato di cancro che cos'ha, ma la prognosi è più importante della diagnosi. In Italia ci sono tre milioni di malati di cancro, uno ogni venti abitanti, mille nuovi casi al giorno, ma la metà sono curabili. Non si deve parlare di malattia incurabile. Un milione e mezzo di persone si salvano definitivamente, la loro aspettativa di vita è uguale a quella delle persone sane. Al paziente devi dare sempre speranza, ci sono guariti che vivono male la loro guarigione perché hanno paura che il tumore ritorni».Umberto...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
«COSÌ HO CURATO FRANCESCO COSSIGA, L'EX PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA MI CHIAMAVA GIORNO E NOTTE»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER