Lunedì 14 Agosto 2017, 00:00

Il fisco italiano, l'ha certificato Confindustria, è il peggiore del mondo.

Il fisco italiano, l'ha certificato Confindustria, è il peggiore del mondo. Non solo per l'esosità del prelievo, ma anche per la spietata farraginosità delle scadenze. Tra versamenti Iva, anticipi e saldi Irpef, Imu e Tasi, non c'è mese dell'anno che si salvi dall'idrovora nazionale. Ebbene no, un mese c'è: è agosto. Perché a fine agosto, massimo i primi di settembre, arrivano i rimborsi Irpef. Per una volta, il corso s'inverte e il fiume di denaro che normalmente va dagli italiani all'Erario prende la direzione opposta: quest'anno sono...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Il fisco italiano, l'ha certificato Confindustria, è il peggiore del mondo.
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER