Venerdì 2 Dicembre 2016, 00:00

Coperti da primario e colleghi l'inchiesta punta al secondo livello

SARONNO (VA) - Per gli investigatori gli arresti di Leonardo Cazzaniga e Laura Taroni sono solo il primo, tragico capitolo nelle indagini. «Ci sarà un secondo livello dell'inchiesta e riguarderà i colletti bianchi e i vertici della struttura sanitaria», spiegano. Le richieste di custodia cautelare del gip di Busto Arsizio Maria Cristina Ria, infatti, sono tre: una per l'anestesista, un'altra per la sua amante-infermiera e una terza che avrebbe dovuto portare ai domiciliari Nicola Scoppetta, direttore del pronto soccorso. Il giudice Luca...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Coperti da primario e colleghi l'inchiesta punta al secondo livello
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER