Tangenti nella sanità lombarda,
dalle carte spunta anche Flavio Tosi

VERONA - Spunta anche un filone veneto nell'inchiesta sulla sanità lombarda che ha portato in carcere il braccio destro di Roberto Maroni, l'ex senatore Fabio Rizzi.
Secondo quanto riportato dal quotidiano La Repubblica, Maria Paola Canegrati, l'imprenditrice  perno delle mazzette del sistema lombardo per agevolare le sue imprese di dentisti e protesi,  avrebbe finanziato anche Flavio Tosi alle elezioni regionali del 2015 (dopo l'espulsione dalla Lega Nord decretata da Matteo Salvini) contro Luca Zaia. La Canegrati avrebbe versato 10mila euro alla Fondazione "Ricostruiamo il Paese" che appoggiava Tosi. Il sindaco di Verona avrebbe avuto rapporti di vecchia data sia con Rizzi che con il suo braccio destro Mario Longo. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 18 Febbraio 2016, 14:08






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Tangenti nella sanità lombarda,
dalle carte spunta anche Flavio Tosi
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 16 commenti presenti
2016-02-18 14:14:35
Toh, senti, senti. Adesso si capisce perché Tosi si e' buttato verso sinistra, perché e' una sponda sicura dove si puo' galleggiare senza mai affondare.
2016-02-18 15:05:45
Hai capito Flavietto !!!
2016-02-18 15:32:34
ma guardate in facciona chi avete votato, e chiedete a lui chi ha messo la moglie a dirigere una banca da lavascale alle stelle
2016-02-18 15:47:02
Approfondiranno gli inquirenti in modo forbito, al momento solo fumo.
2016-02-18 17:10:12
E' stato un passo drammatico regionalizzare la sanità, gli scandali si susseguono e continuerà così finché non si tornerà alla sanità nazionale com'era prima