Studenti intossicati, gli Albergatori
«Stanno bene, ripartiti per Praga»

JESOLO (VENEZIA)  - La gita scolastica continua. «Abbiamo avuto conferma da parte dei sanitari che tutti gli studenti interessati al caso di possibile intossicazione alimentare sono ripartiti stamattina alla volta di Praga, mèta finale del loro viaggio»: lo spiega  Massimiliano Schiavon, presidente degli albergatori di Jesolo, sul caso di una decina di ragazzi, facenti parte di una comitiva di studenti di una scuola superiore leccese, finiti in ospedale durante il soggiorno nella località balneare del veneziano.

«Questa ci sembra essere la notizia più importante - commenta -. Vorrei porre l'attenzione sulla immediata efficienza della macchina operativa che ha gestito l'emergenza, sia dal punto di vista sanitario, sia dal punto di vista logistico. Ieri sera, infatti, gli studenti hanno dormito in un hotel messo appositamente a disposizione per l'occasione, hanno mangiato secondo le prescrizioni mediche, sia ieri sera che stamattina».

Per Schiavon «è logico ora aspettarsi un responso che, nell'interesse di tutti, offra risposte chiare al fine di individuare il problema. Come presidente dell'associazione ho il dovere di ricordare che questi episodi, sebbene molto seri, debbano comunque essere analizzati con lucidità e con rispetto sia per le persone che hanno accusato il malore, sia per gli operatori che lavorano con professionalità sul territorio. Attendiamo ora i responsi delle analisi, augurando ai ragazzi una piena guarigione e un buon proseguimento di viaggio, attendendoli per giovedì prossimo quando ritorneranno dall'estero». 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 7 Marzo 2016, 16:04






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Studenti intossicati, gli Albergatori
«Stanno bene, ripartiti per Praga»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2016-03-07 17:50:40
non e' la prima volta che succede,questo insegna quanti controlli vi sono,e come tutte le stagioni il risultato e' evidente di come i gestori si prodigano per il loro sempre tornaconto.
2016-03-07 18:53:58
Ieri si scriveva di "167 persone e quasi tutti sono finiti in ospedale per accertamenti" . Oggi si scrive di "una decina di ragazzi" . Domani leggeremo che è stato un falso allarme e che non è successo niente.-