Profugo suicida, Brugnaro: «Comune ​pronto a pagare il funerale»

Il recupero del corpo del profugo suicida e il sindaco Luigi Brugnaro
VENEZIA - Alle spese per il funerale di Pateh Sabally, il ragazzo ganese che domenica 22 gennaio ha perso la vita dopo essersi gettato nelle acque del Canal Grande, si è dichiarato disponibile a provvedere il Sindaco di Venezia Luigi Brugnaro, attingendo al “Fondo di solidarietà” del Comune di Venezia, alimentato dall'intero importo della propria indennità di primo cittadino.

«E' un gesto di rispetto di Venezia verso Pateh Sabally e i suoi sogni infranti - ha dichiarato il sindaco Brugnaro. La morte di questo giovane ha lasciato in tutti noi un sentimento di tristezza e di umana pietà verso chi, di fronte alle avversità della vita, non trova più la forza di reagire alla disperazione. Si è trattato di un gesto di disperazione personale e ancora una volta è necessario stigmatizzare chi fa polemiche e sciacallaggio sulle tragedie, ma anche testimoniare con forza che la pietà per la persona umana rimane immutata, degna di essere sempre rispettata. Alla politica "buonista" voglio altresì ricordare che non si possono continuare ad alimentare le speranze di mezzo mondo di venire in Italia. Bisogna che tutti si rendano conto dell'impossibilità, per il nostro Paese, di continuare a gestire un tale fenomeno di massa come si è fatto finora. Bisogna capirne le implicazione future, soprattutto le tragedie e le sofferenze che vengono subite da queste persone».
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 27 Gennaio 2017, 10:37






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Profugo suicida, Brugnaro: «Comune ​pronto a pagare il funerale»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 72 commenti presenti
2017-01-30 21:29:54
Io non sono BUONISTA,io sono UMANO!!!.....anche l'Italia è un Paese ambito turisticamente!....non ho mai sentito,però,che qualche Italiano,abbia preso un barcone e se ne sia scappato in Africa!!!...forse TANTO MALE,ancora qui non Và!!
2017-01-29 18:17:51
x mik 2017-01-29 10:29:12 - Capisco anche il suo punto di vista, ma devo ribadire le priorità, che così vengono chiamate perchè vengono prima delle altre. Chiarisco che credo assolutamente che alcuni come lei si sarebbero tuffati a prescindere, ma tra i presenti probabilmente non sembravano molti in "grado" di farlo, ma a parte questo, già qualcuno ha suggerito che il video in questione è già dappertutto, traiamo le conclusioni per ribadire il concetto che il comunista ha cercato di rattoppare, se non si vuol capire questo me ne faccio una ragione. Per quanto riguarda i profughi o presunti tali, io stesso alzerei dei muri maestosi, ma chiudere la gabbia quando le oche sono scappate non dà risultati positivi, inoltre gli infelici vengono trattati peggio dei delinquenti anche nel caso non lo fossero, se deve andar bene così io non sono d'accordo. Ultima considerazione alla quale dedicherei una particolare attenzione, ci si meraviglia delle donne pagate per piangere ai funerali e non ci si meraviglia di chi starnazza come un'oca giuliva davanti a un suicidio, ora servirebbero alcune bestemmie che solo io conosco, ma lei sa che non si potrebbe, quindi me le risparmio. Ps:il richiamo all'unico animale non è a caso. Saluti.
2017-01-29 10:29:12
@franco-tv.....mi permetta di ribadire il suo concetto,( sicuramente giusto per Lei che lo ha scritto ) io parto da un dato certo,quel clandestino non doveva arrivare in Italia,quindi se viveva da alcuni mesi significa che qualcuno ha lucrato su di lui,le varie coop che gestiscono il traffico di clandestini sono i veri responsabili di quanto è accaduto,per tanto siano loro a farsi carico delle spese del rientro della salma nella sua capanna d'origine,i miei concittadini ( non so se lei sia veneziano ) non li giudico,loro sono solo spettatori casuali,incolpevoli di quanto stava succedendo,è chiaro che tra molti c'è anche l'imbecillità,ma come ho scritto in un altro post se fossi stato presente ( mi creda ),probabilmente avrei indossato uno o due salvagente e mi sarei tuffato per provare a salvarlo ( scrivo la verità ),forse non ci sarei riuscito,forse avrei preso un pugno in bocca,ma comunque avrei tentato di portarlo a riva,lo avrei fatto anche se era un clandestino,perchè per me la vita è sacra.Resta il fatto che poi lo avrei rispedito a casa sua, nel suo villaggio assieme a tutti i suoi fratelli e cugini.Ho letto tutti i commenti e non mi permetto di dire che sono scritti da menti disadattate,ognuno è libero di scrivere quello che ritiene giusto,e va rispettato.
2017-01-29 02:34:21
x mik 2017-01-28 20:03:54 - No, il cadavere fa sempre notizia, almeno fino a quando c'è la certezza della morte. In questo caso, purtroppo, non si è atteso nemmeno il trapasso per dire stupidaggini e vigliaccherie varie. Il sindaco, che è meno sprovveduto seppur di sinistra, sta mettendo una toppa per cercare di dare un minimo di senso a ciò che è avvenuto, rilegga tutti i commenti e vedrà quanto lavoro c'è da fare per giustificare alcune menti disadattate.
2017-01-29 02:17:19
x simondsen 2017-01-28 14:46:23 - E' difficoltoso parlare a chi non sente, ma siccome non sono nato ieri, le ribadisco che il cadavere ormai non fa più notizia. Ciò che fa notizia è la vergogna della miseranda donna veneziana che è stata redarguita anche dai veneziani stessi a suon di improperi, altra notizia sarebbe che prima di lanciare qualche inutile salvagente, quando si capiva che non sarebbe servito, forse qualcuno in grado di intervenire c'era, e difficilmente si potrà spiegare che nella serenissima città solo alcuni sappiano nuotare. Inoltre, gentile signora, la morte di una persona avrebbe bisogno almeno del rispetto e non del solito lamento padano "me toca sempre pagar mi", quando ogni santo giorno si devono ingurgitare notizie di ruberie che soddisferebbero migliaia di funerali gratis. Nessuno le ha chiesto di gettarsi in acqua per salvare qualcuno, ma almeno un colpevole silenzio sarebbe più opportuno di certe affermazioni.