Profugo inneggia all'Isis, il giudice
non lo arresta e lui fugge dal centro

PER APPROFONDIRE: giudice, isis, jesolo, sudan
Profugo inneggia all'Isis, il giudice  non lo arresta e lui fugge dal centro
JESOLO - Un ventiseienne sudanese è finito sotto inchiesta per aver inneggiato all’Isis mentre si trovava nella struttura che a Jesolo offre ospitalità ai profughi, gestita dalla Croce rossa. La Procura aveva chiesto il suo arresto alla fine dell’anno scorso, contestandogli il reato di istigazione al terrorismo ma, prima il Gip e, ieri, il Tribunale del riesame, hanno rigettato la richiesta ritenendo che non vi siano i presupposti per far scattare le manette ai polsi del giovane africano, il quale nel frattempo ha fatto perdere le tracce, anche per evitare di poter essere espulso in via amministrativa.

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 17 Febbraio 2016, 11:07






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Profugo inneggia all'Isis, il giudice
non lo arresta e lui fugge dal centro
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 55 commenti presenti
2016-02-18 09:23:34
Mi pare giusto... abbiamo le leggi fatte apposta per tutelare questi individui, mentre se tu non fai lo scontrino per un caffè ti vengono a sequestrare la casa e se ti difendi in casa tua vai pure in carcere. E' tutto giusto! Vogliamo ancora questi bravi individui perchè (a detta di qualcuno) ci salveranno dalla crisi perchè sono risorse indispensabili per il nostro paese.
2016-02-18 09:01:46
Non possiamo criticare i giudici. Il governo viene fatto dal presidente della repubblica. I politici pensano solo alle tangenti e non si interessano dei problemi della gente. I sindaci hanno il solo obbiettivo di fare tante multe per quadrare i conti comunali. Ma ci volete ancora vivere in questo paese?
2016-02-18 08:57:59
Perchè ci lamentiamo di queste persone? per i nostri politici questa gente è una risorsa da far venire in Italia, per chè gli italiani (disoccupati, con tasse alle stelel e con servizi all' osso) non fanno più figli. questo sono i nuovi italiani, accolti abraccia aperte dai nostri politici, da Prodi in poi
2016-02-18 08:42:48
Più che i magistrati (preferirei l'elezione dal popolo dei capi procura in modo da dare un indirizzo) sono le leggi fatte dai pseudo rappresentati del popolo stesso a Roma che fanno pena: perfette per ingrassare gli azzeccagarbugli e lasciare a spasso delinquenti di tutti i generi.
2016-02-18 06:54:36
accolti a braccia aperte .........