Problemi al cuore, Chisso scarcerato: «Torna ai domiciliari, deve curarsi»

PER APPROFONDIRE: carcere, chisso, domiciliari, mose, venezia
VENEZIA - È uscito dal carcere ed è stato posto ai domiciliari, per curarsi in modo adeguato, l'ex assessore veneto Renato Chisso, coinvolto nella vicenda Mose. Lo stesso Tribunale di Sorveglianza che dai domiciliari lo aveva riportato in carcere, dopo i problemi cardiaci accusati da Chisso ha autorizzato il suo ritorno a casa. Secondo il suo legale, avv. Antonio Forza, non c'è allo stato previsione di un rientro di Chisso in cella. Deve svolgere la convalescenza dopo un intervento al cuore e fare le necessarie terapie riabilitative. Rientra nel suo domicilio a Favaro Veneto. 

Il magistrato di sorveglianza ha accolto l'istanza di concessione degli arresti domiciliari presentata lunedì dall'avvocato Forza per motivi di salute. Terminata la convalescenza spetterà al Tribunale di sorveglianza, dopo le opportune verifiche in sede di udienza, decidere se per l'ex assessore si riapriranno le porte del carcere.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 9 Febbraio 2016, 18:46





Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Problemi al cuore, Chisso scarcerato: «Torna ai domiciliari, deve curarsi»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 13 commenti presenti
2016-02-09 18:57:07
accidenti sanissimi quando delinquono impunemente ,moribondi quando li beccano con le mani nella marmellata...
2016-02-09 19:23:24
E' veramente tragicomico che quasi tutti i politicanti messi al gabbio per gravi reati, non si sa come e non si sa perchè cominciano ad avere tutti i malanni del mondo.
2016-02-09 19:44:31
A suo tempo aveva patteggiato, ma poi disse che lo aveva convinto la famiglia e solo per evitare che morisse in carcere. Questo in un certo senso gli dà ragione, ma fosse capitato a me, avrei preferito morire piuttosto che passare da corrotto essendo innocente.
2016-02-09 20:09:27
Ottima considerazione , appoggio pienamente il tuo pensiero.
2016-02-09 20:12:37
Chisso, fora i skei!