Folla alla veglia per Gloria e Marco, poi il tragico annuncio: «Sono morti»

Folla alla veglia per Gloria e Marco, poi il tragico annuncio: «Sono morti»
ROGO DI LONDRA - Don Claudio Bosa ha accolto le tante persone riunite ieri sera nella chiesa parrocchiale di san Pietro a Camposampiero per il rosario-veglia organizzato per «fare comunità» e stringersi attorno ai parenti e agli amici dei due giovani architetti a Londra e coinvolti nello spaventoso incendio del grattacielo. Ma, al termine della veglia, l'avvocato della famiglia Trevisan ha dato il triste annuncio: «Ora è ufficiale, la Farnesina ci ha comunicato che Gloria e Marco sono morti».
 

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 17 Giugno 2017, 10:17






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Folla alla veglia per Gloria e Marco, poi il tragico annuncio: «Sono morti»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 8 commenti presenti
2017-06-17 19:47:09
Anche nelle nostre case siamo ingabbiati in cappotti di polistirolo. In un quarto d'ora quei pannelli di polistirolo per isolamento termo-acustico vanno completamente a fuoco ed al mio geometra ho mostrato già anni fa inutilmente dei videoclip di incendi analoghi.
2017-06-17 17:11:24
Ma chi lo dice che siano andati per necessità all'estero, quando la precarietà in Italia c'è da oltre 20 anni?! Magari erano all'estero perché volevano provare esperienze alternative!
2017-06-17 16:23:03
se l'italia fosse un paese la I maiuscola, forse non sarebbero dovuti partire! accogliamo clandestini e facciamo partire i nostri giovani perchè qui non hanno un futuro. ogni politico, governante o chicchessia, dovrebbe sentirsi in colpa per la loro morte
2017-06-17 18:44:44
La colpa è dell'Italia che li ha fatti emigrare, non dell'Inghilterra che permette costruzioni non sicure. Costruzioni che in altri paesi non sarebbero state permesse. Sembra che lo sport preferito dagli italiani sia sputare sul piatto in cui mangiano.
2017-06-17 15:20:28
E' straziante, sei al telefono con tuo figlio o tua figlia e non puoi fare nulla. Non posso neppure immaginare il dolore che si può provare. Anche io ho un figlio che lavora all'estero e ieri sera quando ho letto la notizia che ufficializzava la morte di questi ragazzi mi sono scese le lacrime, pensando alle loro famiglie. Purtroppo ora è inutile fare polemiche, c'è solo da stringersi ai loro cari. Io credo nel destino che ci viene assegnato, ma una cosa non dovrebbe mai accadere, che i genitori sopravvivano ai loro figli; è inumano. Condoglianze sentitissime alle famiglie