Il figlio: «Murano, la sua isola
Ecco chi è stato mio padre»

PER APPROFONDIRE: lino toffolo, morto, murano, venezia
Lino Toffolo

di Manuela Lamberti

MURANO - Murano era la sua casa, il suo punto fermo. «Papà poteva scendere alla fermata Colonna e mettersi le ciabatte perché era come se entrasse nel salotto di casa sua». L'immagine la regala il figlio Paolo - Murano era il suo punto fermo, era la sua base per regolarsi con il mondo anche quando andava a Milano diceva "vado a rapinare la banca e torno", nel senso che usava le altre città per il lavoro ma la sua casa era questa». Lino stava insieme con la moglie Carla da quando frequentavano la quarta elementare. Un amore nato sui banchi che al 28 di maggio avrebbe raggiunto il traguardo dei 55 anni. «Da quando ero piccolo mi hanno sempre chiesto: cosa vuol dire essere figlio di un attore? - spiega Paolo - e la risposta me la sono data quando sono diventato più grande. Io non sono figlio di un papà famoso, ma di un papà che è diventato famoso perché aveva una marcia in più. Io e le mie sorelle siamo stati educati così. Da bambino non avevo i libri di fiabe a casa perché lui ogni sera ne inventava una per noi»...

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 19 Maggio 2016, 10:04






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Il figlio: «Murano, la sua isola
Ecco chi è stato mio padre»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2016-05-19 16:44:31
Era una persona assai simpatica,mi piaceva molto di più che non certi comici che fan piangere non ridere. Ricordo,quando uscì il viagra che disse su per giù...,,,l0 go mexo in giardin,ti vedexi come xè cresui i albori! Su qualunque cosa aveva sempre la battuta comica. Mi è veramente dispiaciuto,poteva ancora passare un po di anni su questa terra.