Rubano le pile dell'apparecchio
acustico alla compagna sorda

VENEZIA, 21 GEN - Bulli a scuola senza scrupoli, senza il minimo rispetto per la compagna portatrice di disabilità: dopo il caso della 12enne che ha tentato il suicidio perché tormentata dai compagni teppisti in classe, stavolta arriva dal Veneziano una nuova storia di angherie che si è conclusa con una denuncia contro ignoti ai Carabinieri. 

IL CASO
Una bambina sorda per due volte si è vista rubare in classe le batterie del suo apparecchio, non permettendole così di seguire le lezioni. La piccola frequenta la quinta elementare in una scuola della Riviera del Brenta. Secondo il genitore si tratterebbe della seconda volta che alla figlia vengono rubate le tre pile che le permettono di alimentare il suo apparecchio cocleare. È stato proprio lui a raccontare l'accaduto in un post su Facebook. «Sono molto indignato - scrive - e mi rendo conto a che basso livello sia arrivata l'educazione dei nostri figli, spero (ma ho dei seri dubbi) che episodi del genere cessino visto che ho presentato denuncia». Per la dirigente scolastica «quello che è successo è grave. A noi risulta - sottolinea - che la bambina in questione si sia ben inserita nella classe e non si siano mai verificati episodi di bullismo».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 21 Gennaio 2016, 12:53






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Rubano le pile dell'apparecchio
acustico alla compagna sorda
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 11 commenti presenti
2016-01-21 12:57:43
Quando ero piccolo in quanto non udente anche io sono stato oggetto di bullismo e le risposte delle dirigenti non sono cambiate in trentanni, non vedono non sentono non parlano, come le tre scimmiette, per venirne fuori ho dovuto io tirar fuori unghie e denti (e prendermi pure rimproveri e note), la diseducazione dei pargoli va di pari passo con l'impreparazione e l'omertà del personale scolastico, non tutti per fortuna ma buona parte ed in particolare le dirigenze.
2016-01-21 12:59:07
Come trasformare un gesto negativo in opportunità : imponete ai compagni di indossare tappi per le orecchie alle lezioni e a casa per una settimana. Rimangono indietro? ... loro,che si calino nei panni della ragazzina,niente lezioni ma coi compiti da svolgere,niente tv,niente comunicazione,isolati dal mondo. Ah no...poi i genitori denunciano la scuola per maltrattamenti giusto...
2016-01-21 13:08:18
ma che educazione hanno ricevuto questi "bulli" ? hanno i genitori ?
2016-01-21 13:27:02
Arresto e detenzione in un carcere minorile per gli aggressori e rimozione degli insegnati e del preside della scuola che non hanno fatto nulla dopo la prima aggressione. Denuncia penale per i genitori dei ragazzi minori in quanto diretti responsabili dell'educazione e dei comportamenti dei loro figli minori! IL bullismo si combatte solo con una linea durissima nei confronti dei bulli e dei loro genitori!
2016-01-21 13:43:11
Deve essere una scuola molto ben gestita con lo spazio riservato ai bulli concesso durante l'orario di lezione alla presenza dell'insegnante. Perciò se non succede non esiste. Ante, post lezioni ed intervallo? Sembra che la dirigente a scuola non ci sia mai stata tranne che per lavoro.