Ambulanti, la rivoluzione
dei banchetti: ecco come saranno

PER APPROFONDIRE: ambulanti, banchetti, foto, venezia
Ambulanti, la rivoluzione ​dei banchetti: ecco come saranno

di Paolo Navarro Dina

VENEZIA - La "rivoluzione" è prossima. La trattativa è avviata, ma non vi è dubbio che sia anche molto laboriosa. Anche perché, al di là delle rendite di posizione (nel senso geografico) si vanno senz’altro ad intaccare strutture e organizzazione del commercio sui plateatici, sull’arredo urbano fino alla stessa dislocazione delle bancarelle, mai fatte prima. E tutto, o in massima parte, a seguito della cosiddetta Direttiva europea denominata Bolkenstein.

LA PROPOSTA - Proprio in questo clima, ieri mattina, si è svolta l’ennesima "conferenza di servizio" a Ca’ Farsetti nella quale sono stati affrontati questi problemi, ma soprattutto Comune e Soprintendenza hanno illustrato non solo i nuovi criteri, ma hanno fornito alle categorie (Ascom, Artigiani, Pubblici esercizi, Confesercenti) anche i primi "disegni" sui nuovi banchetti che dovranno essere adottati...
 

 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 23 Settembre 2016, 09:56






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Ambulanti, la rivoluzione
dei banchetti: ecco come saranno
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 10 commenti presenti
2016-09-23 10:10:03
Soprattutto vietare la cessione delle licenze agli etracomunitari,restituzione al Comune della licenza quando si va in pensione.
2016-09-23 10:48:26
Nuovi banchetti? Spero non in centro storico, almeno. Ormai Venezia è tutto un banchetto. Le botteghe sono banchetti, con la mercanzia esposta fuori, sulla strada, le edicole sono banchetti, tanto che i giornali non si vedono neppure, sepolti tra cappellini, gondolette e un'infinità di cianfrusaglie. Poi ci sono i banchetti veri e propri, e gli ambulanti: gli africani che vendono borse o chiedono la carità, i bengalesi che vendono rose e ombrellini, i rumeni (o albanesi, moldavi, che ne so?) e le romene in maschera, o con fisarmonica, chitarra e violino che strimpellano da un bar all'altro, da una trattoria all'altra, i rom e le rom che girano con travestimenti da miserabili fingendo di zoppicare... Ci si lamenta del turismo di massa e del degrado e vogliono mettere nuovi banchetti?
2016-09-23 12:03:35
Con tutti i negozi che già esistono sul territorio, le bancarelle andrebbero tutte eliminate. Le concessioni già rilasciate per particolari ragioni a singoli individui non dovrebbero essere oggetto di compravendita. A Rialto, dove in un tempo ormai lontano le bancarelle servivano per vendere frutta e vedura, oggi si vende di tutto e molte di esse sono passate di mano.
2016-09-23 12:23:38
Finalmente una buona notizia. In tutte le capitali e le principali città europee i banchetti dei centri storici sono standardizzati. Chiaro che poi servono i controlli per evitare che si allarghino in maniera abusiva come avviene ad esempio a piazzale Roma sotto agli occhi dei vigili urbani........
2016-09-23 14:40:16
possono disegnare anche banchetti con una gamba sola ma quello che manca è il controllo.