Tre adulti contagiati dal morbillo, ricoverati in due: non erano vaccinati

Tre adulti contagiati dal morbillo, ricoverati in due: non erano vaccinati
PORTOGRUARO - In pochi giorni, nel Portogruarese, tre casi di morbillo in adulti non immunizzati. Hanno dai 35 ai 45 anni le tre persone che, nelle ultime due settimane, sono state ricoverate perché contagiate dal virus. Delle tre, solo una è stata ricoverata a Portogruaro ed è già stata dimessa. La seconda è stato ricoverata a Udine, dove è residente; la terza è stata dirottata al reparto Malattie infettive di Mestre. Negli adulti, il morbillo si manifesta in maniera più forte e, rispetto a quanto avviene in età infantile, può portare a un maggior numero di complicazioni, anche serie. Fortunatamente, nessuno dei tre ricoverati ha rischiato la vita. Il personale del Dipartimento di prevenzione dell'Ulss 4, in questi giorni, ha effettuato, come da protocollo regionale, i controlli necessari e vaccinato coloro che erano venuti contatto con i tre adulti.
Stando ai dati dell'Istituto superiore di sanità, a giugno 2017 sono stati 401 i casi di morbillo sorti in Italia, con un aumento del 370 per cento rispetto allo stesso periodo del 2016. Salgono così a 3.500 i contagi segnalati da inizio anno, nel 35% dei quali è stata osservata almeno una complicanza. L'89% degli ammalati non era vaccinato e il 6 vaccinato con una sola dose. L'aumento esponenziale dei casi di contagio ha riguardato anche il Veneto, dove, da inizio anno, sono emersi 221 casi, con un picco nell'ultima settimana di marzo.

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 14 Luglio 2017, 05:00






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Tre adulti contagiati dal morbillo, ricoverati in due: non erano vaccinati
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 58 commenti presenti
2017-07-15 12:19:18
Un caso di bambino con leucemia che muore, viene riportato sui giornali come morto di morbillo perché non vaccinato. In nessuna aula di tribunale viene preso il morbillo come concausa... Tra l'altro si sa bene che in soggetti con grossi problemi immunitari o malati terminali, vanno tenuti isolati perché a loro basta un semplice raffreddore. I casi invece di danni derivati da vaccini, di manifestazioni di piazza, di proteste di intere famiglie e associazioni per questa legge liberticida, niente, nessuno spazio. E l'improvviso interesse dello stato per la salute degli italiani, quando le priorità vere, quelle che causano migliaia (c'è l'imbarazzo della scelta), decine di migliaia di morti, sono totalmente disattese. La libertà costa, non è gratuita, ma per il quieto vivere, perché non voglio rompermi le scatole, perché in fin dei conti a me cosa cambia, toccherà proprio a me?....."La libertà è un dovere, prima che un diritto è un dovere" diceva la grande Fallaci.... Mi consolo che è così da sempre, anche nella Bibbia gli ebrei preferivano le cipolle d'Egitto alla libertà.
2017-07-17 13:30:28
grande Fallaci per che motivo ?
2017-07-19 12:15:40
La libertà di uno termina quando mette a rischio la vita altrui.Il governo neghi la sanità gratuita per chi si ammala di morbillo (o di altre malattie infettive,ma preventive) e che ha rifiutato il vaccino.E non solo,ma per chi rifiuta le vaccinazioni senza validi motivi,li renda anche responsabili per i danni altrui derivati da contagi.Ecco,questa sarebbe una libertà più giusta.
2017-07-20 14:09:13
Esatto, la mia libertà è lesa da un governo che, per mera accondiscendenza verso interessi, se ne frega della mia salute e di quella dei miei figli. Poi, se vuole mi spieghi per quale ragione i bambini a scuola possono prendere il morbillo da loro coetanei non vaccinati, mentre da insegnanti, altri genitori, bidelli, medici di base, allenatori ecc... niente... ma che strano.... senza contare il fatto che dove prima non c'era la malattia, in determinate zone, dopo aver vaccinato, stranamente è comparsa... come lo spiega?
2017-07-15 10:10:21
un volta per queste malattie esisteva il vaccino naturale cioe' ti mettevano assieme a bimbi infetti perche' ti contagiassero, un pò di febbre e via, senza complicazioni successive. adesso i malati sono degli untori.......