Invertito il tubo del macchinario, morto un medico dopo l'intervento

PER APPROFONDIRE: malasanita', medico, ospedale, udne
Invertito il tubo del macchinario,  morto un medico dopo l'intervento
UDINE - L'ex presidente dell'ordine dei medici di Udine Luigi Conte è morto per una embolia gassosa cerebrale prodotta da un allestimento sbagliato della macchina cuore-polmone da parte del tecnico perfusionista, con inversione accidentale del tubo che, invece di aspirare il sangue, ha pompato l'aria nella circolazione arteriosa del paziente: è la conclusione a cui sono giunti i tre consulenti tecnici incaricati dal gip di Udine di chiarire in incidente probatorio, nell'ambito di un'inchiesta condotta dalla Procura del capoluogo friulano, le cause del decesso del medico, morto il 2 febbraio scorso in ospedale a Udine, dove era stato sottoposto a un intervento chirurgico al cuore.
La conclusione della relazione, depositata in tribunale in vista dell'udienza del 30 maggio in cui sarà discussa in contraddittorio, è stata anticipata oggi dal Tgr del Friuli Venezia Giulia. Secondo i consulenti l'errore potrebbe essere stato favorito dalla mancata standardizzazione nel set up delle pompe. Sarebbero mancate alcune procedure che avrebbero potuto correggere l'iniziale errore. Dopo essersi accorti dell'immissione di aria, comunque, i componenti dell'equipe avrebbero applicato tempestivamente le procedure raccomandate.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 19 Maggio 2017, 19:55






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Invertito il tubo del macchinario, morto un medico dopo l'intervento
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 12 commenti presenti
2017-05-20 15:38:30
Mi sembra strano. Su queste macchine dovrebbe essere materialmente impossibile invertire dei tubi. Dovrebbero avere degli attacchi o un diametro completamente differente, tale da impedirne l'inversione anche volontaria, se non apportando delle modifiche strutturali.
2017-05-20 15:23:13
quindi fatemi capire una cosa... Se la Procura non avesse indagato... tutti i medici ed infermieri che sono intervenuti e sapevano benissimo dell'errore... sarebbero stati zitti ??? A questo punto spero che la Procura denunci tutti anche e soprattutto gli omertosi non solo chi ha sbagliato! Sbagliare puo' capitare ma essere omertosi e coprire l'errore no! Non ci sto!
2017-05-20 11:34:05
... come al solito tutto a posto niente in regola..
2017-05-20 11:29:40
La mitica frase: L'intervento è riuscito il paziente è morto. Sa femo? Femo su i salami.
2017-05-20 11:16:20
Nella sala di intervento, si deve fare sempre il check list delle apparecchiature e del kit di intervento da eseguire prima dell' intervento, poi si passa alla sequenza dell' intervento senza distrarsi e concentrarsi nell' intervento da eseguire. Tenere sempre monitorato il paziente durante e dopo l'intervento per evitare complicanze. Questo evita effetti degenerativi da parte del paziente. Questo è solo un consiglio, che se adottato, si risparmiano vite umane.