Turismo: scatta tassa soggiorno,
da 30 centesimi a 2,50 euro

PER APPROFONDIRE: fvg, giunta, soggiorno, tassa, trieste, turismo
Turismo: scatta la tassa di soggiorno, da 30 centesimi a 2,50 euro

di E.B.

TRIESTE - Scatta in Friuli Venezia Giulia l'imposta di soggiorno turistico. La Giunta regionale ha infatti approvato ieri  in via preliminare il regolamento per l'avvio della tassa nei Comuni con popolazione superiore a 30 mila abitanti, nei "Comuni turistici" e nelle Unioni territoriali intercomunali, per i Comuni che ne faranno richiesta. Il provvedimento è stato proposto dal vicepresidente regionale, Sergio Bolzonello, d'intesa con l'assessore alle Autonomie locali, Paolo Panontin. Ricordando il blocco degli aumenti di tributi e addizionali a tutto il 2017 disposto a livello nazionale, Bolzonello precisa che «non appena gli effetti di tale blocco statale sono venuti meno a fine giugno, la Regione si è immediatamente attivata per consentire ai Comuni interessati di istituire la nuova imposta. Abbiamo cercato di rendere maggiormente coerente il quadro normativo rispetto al modello nazionale, per consentire un migliore utilizzo delle risorse». Il gettito finanzierà nella misura minima del 35% investimenti per migliorare l'offerta turistica e sempre per il 35% servizi e interventi di promozione dell'offerta turistica dei territori. Il testo ora sarà trasmesso al Consiglio delle Autonomie locali per il necessario parere di competenza, prima di ottenere l'approvazione definitiva. La tassa di soggiorno, che scatterà nel nuovo anno, non potrà superare 2,50 euro a persona per notte trascorsa nelle strutture ricettive partendo da un minimo di 50 centesimi (30 nel caso di strutture all'aria aperta).
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 2 Settembre 2017, 10:06






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Turismo: scatta tassa soggiorno,
da 30 centesimi a 2,50 euro
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2017-09-02 16:35:13
Potrebbe essere una cosa abbastanza giusta, in quanto in tutte le nazioni del mondo in un modo o in un altro si paga una tassa per soggiornare, ma purtroppo, come ho segnalato più volte qui ci sono i furbi, che non solo non versano la tassa ma la incassano e non fanno risultare le persone che vengono ospitate per non pagare le tasse. Questo si verifica in tutta Italia ed in particolare nel Veneto, ma nessuno controlla, come mai !!!!!!!!!!!!!!!
2017-09-02 14:38:04
35%+35%=70% qualcosa non torna, dove finiscono gli altri 30% che mancano??????
2017-09-02 13:06:37
Le tasse in italia diminuiscono. Infatti. 2,5 euro AL GIORNO (pardon a notte) sono 10 euro per una famiglia di 4 persone. Due settimane di vacanze sono 140 euro. Pochi ? Tanti ? Decideranno i turisti. italia