Perse al casinò due milioni dei correntisti
delle Poste: ex dipendente condannata

La 51enne ha beffato 146 clienti dell'ufficio di Latisana: pena
di tre anni e 10 mesi oltre all'interdizione dei pubblici uffici

UDINE - È arrivata la condanna per Simonetta Carri, la 51enne di San Giorgio di Nogaro, ex dipendente delle Poste di Latisana accusata di aver sottratto e intascato 2 milioni di euro dei correntisti: per peculato sconterà 3 anni e 10 mesi di reclusione, con l'interdizione perpetua dai pubblici uffici.

Le indagini, nate da una segnalazione delle Poste dopo gli strani movimenti notati sui conti dei clienti, avevano portato la Procura a ritenere che la donna abbia prelevato circa 4,5 milioni di euro nell'arco di un paio d'anni, in parte utilizzati a fini personali per giocare nei casin˛ della vicina Slovenia.

Poi, per cercare di ripianare gli ammanchi, avrebbe movimentato il denaro dal conto di un cliente all'altro. I clienti danneggiati sarebbero stati 146, ma nessuno si Ŕ costituito parte civile. Il pm Marco Panzeri aveva chiesto la condanna della donna a tre anni. La difesa, l'avvocato Massimo Vittor, che aveva prodotto anche una serie di documenti per dimostrare la dipendenza dal gioco d'azzardo della cliente, aveva chiesto la riqualificazione del fatto nell'ipotesi meno grave di appropriazione indebita.

Lunedý 26 Novembre 2012



Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Perse al casinò due milioni dei correntisti
delle Poste: ex dipendente condannata

PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.



Se non ricordi lo Username o la Password clicca qui

CONDIVIDI LA NOTIZIA
SEGUICI SU FACEBOOK
SEGUICI SU TWITTER

PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.



Se non ricordi lo Username o la Password clicca qui

0 commenti presenti
Indietro
Avanti