Bestemmie e scritte contro la Polizia
sui muri delle chiese storiche

La chiesa di Enemonzo

di Paola Treppo

ENEMONZO (Udine) - Le mura esterne di due storiche chiese di Enemonzo sono state insozzate da scritte blasfeme e da scritte contro la polizia nel piccolo centro carnico. «Le abbiamo notate subito con sdegno, perchè ci abitiamo vicino - dice una residente -; una scritta è un acronimo che insulta l'opera della polizia, credo in generale delle forze dell'ordine, da quel che mi hanno detto. Sono state fatte, immaginiamo dai ragazzini, nella chiesa grande, in centro, la Parrocchiale di Sant'Ilario e Taziano, dove è apparsa anche una bestemmia».

«E poi, cosa stranissima, è stato trovato abbandonato, lì vicino, un passeggino da bambino, ma dentro non c'erano abiti per bimbi: solo giacche da adulti». Il fatto è stato subito comunicato al sindaco del paese, Franco Menegon e alle autorità locali. «Non crediamo siano collegate ai profughi che vengono ospitati nella vicina canonica. Certo che non è un gesto "edificante". Siamo rimasti molto male». Preso di mira con le stesse scritte con vernice nera anche un altro edificio sacro del paesino carnico, quello dedicato alla Vergine della Consolazione. Il fatto è di oggi, mercoledì 19 ottobre. 

Mercoledì 19 Ottobre 2016, 20:11






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Bestemmie e scritte contro la Polizia
sui muri delle chiese storiche
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER