Giulio, c'è un testimone: «Prelevato
da due uomini all'uscita della metro»

PER APPROFONDIRE: cairo, egitto, fiumicello, giulio regeni, omicidio
Giulio Regeni e le epigrafi a Fiumicello
Giulio, c'è un testimone: «Prelevato
da due uomini all'uscita della metro»
FIUMICELLO - Spunta un testimone sul caso di Giulio Regeni, il ricercatore 28enne di Fiumicello ucciso al Cairo dopo essere stato torturato. Gli investigatori italiani avrebbero raccolto ieri la testimonianza di una persona che afferma di avere visto Giulio alla fermata della metropolitana a pochi minuti da casa sua. Qui il giovane sarebbe stato prelevato da due persone, che stando alla versione fornita dal testimone potrebbero essere due "poliziotti in borghese". L'attendibilità dell'informazione è ora oggetto di verifiche da parte dei titolari delle indagini. Al vaglio degli inquirenti anche altre informazioni riferite dagli stessi soggetti sui movimenti di Giulio Regeni nei giorni precedenti la morte. 

Secondo le ricostruzioni fatte finora, il 25 gennaio Giulio Regeni doveva incontrarsi con l'amico Gennaro Gervasio. Quest'ultimo era il tutor di Giulio, docente di scienze politiche all'università britannica del Cairo, con il quale il ragazzo aveva appuntamento quella sera per andare a cena in un ristorante nella zona di Bab al Louq con un'altra persona, un professore ritenuto un importante punto di riferimento per la fazione contraria ad Al Sisi. Poco dopo essere uscito di casa alle 19.40 sarebbe stato intercettato alla metropolitana.


Il funerale a Fiumicello
Oltre tremila persone hanno partecipato ai funerali di Giulio Regeni. Tanti i giovani del paese e dei comuni limitrofi e tanti anche gli anziani presenti.
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 12 Febbraio 2016, 12:44





Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Giulio, c'è un testimone: «Prelevato
da due uomini all'uscita della metro»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
VIDEO
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2016-02-12 14:58:46
RIP Giulio. Un abbraccio alla tua famiglia che sta dimostrando una grande dignità e ai tuoi amici.
2016-02-12 15:43:20
Dopo il caso dei maro' e del tira molla fra Italia e india, ora si aprira' un nuovo caso fra Italia ed egitto. Vediamo se l'Italia si pieghera' nuovamente a pi greco mezzi mostrando tutta la sua mollezza o dovrei dire interesse politico
2016-02-12 16:09:25
Un'altra cosa che non quadra: come fa il testimone a dire che i due, in borghese, erano poliziotti?
2016-02-12 16:30:46
intanto inizierei a mettere sotto torchio questo "professore"...
2016-02-12 18:21:31
Una risposta potrebbe essere nel computer o nel telefonino. In Egitto come in molti altri paesi non esiste la liberta' come in Italia. Se poi scriveva per il Manifesto credo che avesse un orientamento politico ben definito, cosa che in Egitto potrebbe essere non accetta.