Da 40 a 70mila persone senza la corrente: emergenza nelle aziende

PER APPROFONDIRE: blackout, friuli, maltempo, nubifragio, udine
Il cimitero di Muzzana del Turgnano

di Paola Treppo

FRIULI VENEZIA GIULIA - A causa dell’eccezionale ondata di maltempo che si è abbattuta sul Friuli Venezia Giulia si sono verificati disservizi elettrici nella regione che ieri, giovedì 10 agosto, hanno interessano circa 70.000 clienti. I tecnici di E-distribuzione sono intervenuti prontamente insieme alla imprese appaltatrici e i mezzi speciali per limitare il più possibile i disagi alla clientela. Sono state attivate circa 350 risorse tra operativi e tecnici cui si aggiungono circa 100 risorse di imprese esterne. Stanno inoltre convergendo nell'area personale dalla Lombardia, Piemonte, Emilia e Toscana.

Le operazioni consentiranno di dimezzare a 35.000 le utenze senza alimentazione nella mattinata di domani mentre il servizio sarà completamente rispristinato nel primo pomeriggio sempre di oggi. Alle 8 di oggi siamo a 40mila utenti senza corrente e questo causa gravi disservizi alle aziende agricole, zootecniche e agli impianti produttivi

Una parte della clientela sarà rialimentata attraverso manovre che E-distribuzione sta effettuando da remoto sulle linee di media tensione: l’eccezionale ondata di maltempo ha causato danneggiamenti della rete aerea e allagamenti delle cabine di trasformazione. E-distribuzione ricorda che è sempre attivo il numero verde 803 500, il sito internet www.e-distribuzione.it e la pagina facebook https://www.facebook.com/edistribuzione/ per supporto e informazioni. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 11 Agosto 2017, 11:19






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Da 40 a 70mila persone senza la corrente: emergenza nelle aziende
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2017-08-11 19:27:57
In inverno in Cadore , in estate in Friuli, ci sarà pure una causa di tutti questi disservizi nella alimentazione dell'energia elettrica . Non sarà per caso che la manutenzione e l'aggiornamento con modifiche calcolate sulle linee in particolare di media e bassa tensione sia stata dimenticata. Troppo impegno a fare spezzatino di ENEL per fare società che viaggiano sull'abbrivo ed eserciscono in tutto con criteri inadeguati , si deduce dai risultati , ormai le persone accettano tutto supinamente e se hanno l'energia elettrica solo con tempo sereno non si chiedono perché tutto questo ? Cabine allagate : le quote di possibili esondazioni non sono poi così difficili da rilevare e tenere così le apparecchiature all'asciutto , Ci stiamo portando in casa persone che provengono da aree della terra dove cose del genere erano normali pertanto dobbiamo adeguarci affinché non trovino difficoltà di ambientamento .