Terrorizzata in casa dal rapinatore:
pugno in faccia e via con 500 euro

PER APPROFONDIRE: bandito, coltello, ormelle, pugno, rapinatore

di Andrea Zambenedetti

ORMELLE - Il marito fuori per la cena, il cagnolino sul tappeto a pochi passi da lei che sul divano guarda la televisione. E all'improvviso, senza il minimo rumore, si materializza il bandito. È accaduto venerdì sera a Ormelle. Lorella Bez, 49 anni se lo è trovato davanti. Il malvivente le ha puntato il coltello alla gola e le ha sferrato un pugno in faccia. Poi si è impossessato di 500 euro ed è fuggito.
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 24 Gennaio 2016, 11:27





Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Terrorizzata in casa dal rapinatore:
pugno in faccia e via con 500 euro
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2016-01-24 13:03:10
Continuate a votare PD-SEL e sinistrume vario....continuate!!!
2016-01-24 17:43:34
primo problema in italia: ordine pubblico e sicurezza
2016-01-24 18:04:40
Stupefanti i 5 voti contrari. Iscritti al partito? Centri sociali?
2016-01-24 18:47:08
Ha fatto piu danni la sinistra in 50 anni che che le 7 piaghe d'Egitto,,,,
2016-01-25 18:40:06
«Credo che l?Italia non possa ac­cettare di dare al mondo l?im­magine di chi butta a mare qualcuno che fugge da un Pae­se vicino, temendo per la sua vita, cercando salvezza e scam­po in un paese che ritiene ami­co. Il nostro dovere è quello di dare accoglimen­to a chi si trova in queste condi­zioni. Dobbiamo la­vare questa macchia, che sarà pure venuta dalla sfortuna, ma che è venuta da una decisione che non si doveva prendere». 30 marzo 1996, giorno di Pasqua, parole dette nel corso di una visita agli albanesi superstiti di un naufragio. Il signore in questione era SILVIO BERLUSCONI - prototipo dei comunisti in Italia.