Nozze farsa col pensionato 66enne
per diventare italiana: smascherata

Nozze farsa col pensionato 66enne  per diventare italiana: smascherata

di Roberto Ortolan

CRESPANO - «Quel matrimonio tra la marocchina 38enne e il pensionato italiano, 66 anni, di Feltre, era una "farsa". Architettato dai familiari della donna, all’epoca residente in Africa, per farle ottenere la cittadinanza e di conseguenza il permesso di soggiorno in Italia», è questa l’ipotesi d’accusa che i carabinieri di Feltre hanno contestato ai tre componenti di una famiglia magrebina, residente in parte a Crespano del Grappa e in parte a Feltre. I tre - rispettivamente di 55, 53 e 38 anni (la sposina) - sono stati iscritti sul registro degli indagati con l’accusa di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

Il 66enne avrebbe segnalato d’essere stato convinto, senza esserne del tutto consapevole, a sposare la 38enne, all’epoca ancora residente in Marocco. Accusa che i tre magrebini respingono al mittente: «Per noi il loro amore era sincero».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 3 Febbraio 2016, 09:48






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Nozze farsa col pensionato 66enne
per diventare italiana: smascherata
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 16 commenti presenti
2016-02-04 12:44:48
"...Per noi il loro amore era sincero..." HA HA HA HA HA
2016-02-04 02:29:57
@ Giras. No no,come al solito lei non ha indovinato ne' capito.Non siamo in Bangladesh,Signore.Il fatto vero e' che europa ed USA fanno di tutto per non far entrare legalmente le brave persone,i clandestini invece si. @ Piccioncina. No no,mai votato Mr.Berlusconi,io votavo e voto Fascio o Lega,de gustibus del momento.
2016-02-03 17:54:43
E ora? ahahahahah!!!!
2016-02-03 16:44:55
@ Phoenix ecc. ecc. se per destra intendi Berlusconi, vorrei ricordarle che il Leader diversamente alto, andava di persona alla TV nordafricana per invitare i giovani del Magreb a venir in Italia tranquilli che il suo governo garantiva: cito testuale "casa, lavoro e diritti"
2016-02-03 16:35:14
troppi "film di Checco Zalone" (che bella giornata) in circolazione