Il presentimento di Cristian: «Se mi
succede qualcosa non incolpare Dio»

Il presentimento di Cristian: «Se mi
​succede qualcosa non incolpare Dio»

di Gianandrea Rorato

MANSUE' - La morte di Cristian Pomatariu, 38enne romeno sposato (nella foto a sinistra assieme alla moglie) e padre di famiglia, non ha lasciato indifferente la comunità romena di Mansué. E in particolare la comunità religiosa pentecostale di cui Cristian faceva parte. Cristian e Michaela vivevano con i tre figli, due femmine di 8 e 3 anni e un maschietto di 5 anni, proprio a due passi dalla chiesa di Basalghelle.
 


Una famiglia autonoma, mai una richiesta in Comune, mai qualcosa fuori posto. E tanta fede in Dio. Cristian lavorava in fabbrica, operaio turnista alla Friulintagli di Puja di Prata. E dalla comunità religiosa gli amici lo ricordano così: «Questa settimana Cristian aveva avuto un brutto presentimento. Aveva detto alla moglie che se gli fosse successo qualcosa, qualsiasi cosa, non doveva incolpare Dio ma avrebbe dovuto accettare con serenità la volontà del Cielo. Queste parole sono state profetiche»...
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 15 Febbraio 2016, 08:30






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Il presentimento di Cristian: «Se mi
succede qualcosa non incolpare Dio»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2016-02-15 13:20:57
R.i.P.
2016-02-15 16:55:06
R.I.P attendiamo del tuttologo copertone.