In mille alla fiaccolata con Zaia:
«Qui non vogliamo profughi»

In mille alla fiaccolata con Zaia:
«Qui non vogliamo profughi»
In mille alla fiaccolata con Zaia:
«Qui non vogliamo profughi»
FONTE - «Non ci sono mai state più di 60 suore qui ed ora non si possono portare 228 profughi che non sono certo suore». Il concetto del sindaco di Fonte Massimo Tondi è chiaro e sottolineato dall'approvazione del migliaio di persone che ieri sera ha partecipato alla fiaccolata contro la decisione del Prefetto di spedire a Onè nell'ex noviziato delle suore di Maria Bambina ben 228 profughi.
 


Tanta, tanta gente ha risposto «presente» alla chiamata del primo cittadino fontese che ha avuto la solidarietà e la presenza del presidente della Regione Luca Zaia, della deputata europea Mara Bizzotto, del consigliere regionale Nazzareno Gerolimetto, dell'assessore provinciale Gianluigi Contarin, oltre che ad una ventina di sindaci e amministratori di Comuni della Marca.
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 27 Febbraio 2016, 16:01





Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
In mille alla fiaccolata con Zaia:
«Qui non vogliamo profughi»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 15 commenti presenti
2016-02-27 16:10:34
Zaia capirai che paura prende Roma per 1000 fiaccole. L'indipendenza ci vuole, le maniere forti ci vogliono, altro che scampagnate notturne.
2016-02-27 16:35:29
Profughi? Ma quali profughi, sappiamo tutti benissimo che sono finti profughi e quello che è peggio è che lo sa anche il governo di mezze calzette che ci governa.
2016-02-27 17:43:56
Senza i profughi le coop rosse come si comprano lo champagne?
2016-02-27 17:55:51
Niente paura, non si sapra' mai quanto i politici regionali si sono fatti rimborsare le candeline... "Trasparenza, dai fiori alle missioni i rimborsi spese sono "segreti" "
2016-02-27 18:03:26
Sono molto curioso di vedere se quando imporranno i profughi ci saranno ancora mille con la fiaccola.Mi accontenterei di 150 a fronteggiare i questurini,ma vorrei vedere in prima fila lo Zaia e i colleghi tra cui Salvini,e tutta la banda leghista.O è un "Armiamoci e partite"?