Arrestato per crac delle sue aziende
ma Ferrari e Mercedes in garage

PER APPROFONDIRE: bancarotta, ferrari, mercedes, resana, treviso
Il capannone dell'Euronoleggi

di Nicola Cendron

RESANA - Prima ha portato al fallimento la sua ditta individuale e poi al crac la società edile di Castelminio di Resana. Roberto Fabbian, 51 anni, di Castello di Godego, è stato arrestato dalla Guardia di finanza con l’accusa di bancarotta fraudolenta. L’impresario avrebbe svuotato la ditta accumulando un buco di 9,4 milioni fra debiti con fornitori ed erario e contributi non versati. In compenso i finanzieri lo hanno sorpreso a bordo di una Mercedes e sono a caccia di una Ferrari che era stata acquistata in leasing ed è ancora introvabile.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 5 Gennaio 2016, 08:36






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Arrestato per crac delle sue aziende
ma Ferrari e Mercedes in garage
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 10 commenti presenti
2016-01-05 09:01:11
Personaggi vittima di crisi e tasse o sono crisi e tasse vittima di questi personaggi?
2016-01-05 09:56:45
Casa ricca e impresa povera: una delle basi del miracolo del nordest...
2016-01-05 10:09:39
Sempre i soliti, tanto poi ci pensa berlusconi e salvini a fare un bel condono.
2016-01-05 12:38:41
Prima della rivoluzione francese il re ed i nobili ...vivevano nel lusso e nello sfarzo.Si vantavano di mantenere e tenere ben in esercizio migliaia di artisti ed abili artigiani ,di dare impulso con le loro richieste ad arti e mestieri qualificati ben pagati ma...non con i propri fondi bensì con le tasse che estorcevano al resto delle popolazione tartassata. Ancor oggi dietro il lusso e l'ostentazione ,l'orgoglio di far lavorare le eccellenze italiane ma pagando con i soldi dei truffati , la gente comune che la Ferrari , Il rolex , la baita a Cortina arredata dall'architetto...se le sognano.
2016-01-05 16:28:19
Spesso il lusso e lo spreco di pochi è fondato non su particolari abilità gestionali ed imprenditriali o su invenzioni sfruttate industrialmente frutto del proprio genio e studio, ma sullo sfruttamento che priva moltissimi dell'indispensabile alla normale sopravvivenza ( prima cioè i bisogni elementari e di vacanze non si parla, l'auto utilitaria solo per lo stretto necessario al lavoro).