Perde l'incasso dei clienti alle slot, autista Bofrost s'inventa una rapina

PER APPROFONDIRE: bofrost, conegliano, gioco, rapina, slot machine
Perde l'incasso dei clienti alle slot  autista Bofrost s'inventa una rapina

di Giuliano Pavan

CONEGLIANO - Tutta colpa del vizio del gioco. Non è stata una semplice giustificazione, ma la dura verità confessata appena un'ora dopo aver finto di essere rimasto vittima di una rapina. Il motivo? Coprire d'aver sperperato alle slot machine il denaro che aveva ricevuto dai clienti. Condotte che sono costate un processo e una condanna a sei mesi di reclusione per l'accusa di simulazione di reato a un 40enne coneglianese. L'uomo, un ex dipendente della Bofrost, aveva appena finito di effettuare le consegne della giornata e nel portafogli che teneva nella tasca della giacca aveva circa 1500 euro, il corrispettivo dei vari pagamenti dei clienti. Dopo aver perso tutto alle slot e, non sapendo come giustificare quello che aveva fatto, si è recato alla stazione dei carabinieri di Cison di Valmarino, dicendo di essere stato rapinato da due uomini i quali, al termine dell'ultima consegna, si sarebbero nascosti dietro il furgone e lo avrebbero colpito con due pugni al volto prima di portargli via il portafoglio con l'incasso della giornata. Sporta la denuncia, il 40enne si è diretto prima in ditta e poi a casa ma i sensi di colpa sono stati più forti. Un'ora dopo è tornato dai carabinieri raccontando la verità. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 12 Gennaio 2017, 09:33






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Perde l'incasso dei clienti alle slot, autista Bofrost s'inventa una rapina
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 8 commenti presenti
2017-01-12 11:24:17
e gli danno 6 mesi? Se invece rapinava qualcuno: nulla!
2017-01-12 12:33:03
6 mesi per aver detto la verità? mah.....
2017-01-12 18:35:30
evviva le slot machine!!
2017-01-12 20:50:06
Io penso che se questo ex dipendente della Bofrost fosse stato un dipendente pubblico, ora certamente non sarebbe un ex... Purtroppo per lui, o meno male per me i dipendenti privati continuano ad essere figli di un Dio minore.
2017-01-12 21:10:35
Il minor contenuto della scatola cranica di chi si rovina al gioco è evidente nelle assurde bugie che confermano la latitanza cerebrale.