Aggressione razzista: insulti e botte
a un 18enne marocchino, arrestato

PER APPROFONDIRE: aggressione, razzismo, treviso, violenza
Aggressione razzista: insulti e botte  a un 18enne marocchino, arrestato
TREVISO - Un giovane di Treviso, noto per essere vicino agli ambienti di estrema destra, è stato arrestato oggi per lesioni e ingiurie aggravate ai danni di un 18enne di nazionalità marocchina. L'italiano, secondo la ricostruzione della polizia, probabilmente alterato dall'alcol, avrebbe avvicinato l'immigrato all'esterno di un locale pubblico, pronunciando frasi a sfondo razzista e poi l'avrebbe colpito con uno schiaffo e una testata.

Mentre il ragazzo veniva soccorso da un conoscente, l'uomo si è allontanatosi dal luogo dell'aggressione, ma è stato raggiunto poco dopo dalla polizia. In tasca aveva un coltello con una lama di 13 centimetri. Durante l'intervento, uno degli agenti è stato leggermente ferito dalla reazione del giovane.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 4 Gennaio 2016, 20:32






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Aggressione razzista: insulti e botte
a un 18enne marocchino, arrestato
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2016-01-06 12:44:21
Ma quando sono gli extra-comunitari che le suonano ai nostri ragazzi, come mai non scatta l'accusa di razzismo? Allora la legge è unidirezionale?
2016-01-06 20:32:23
... com'è da tempo noto il razzismo è bianco.. lo sanno anche i muri...