L'assassinio di Miranda, il mistero di quella denuncia fatta e ritirata

L'assassinio di Miranda, il mistero di quella denuncia fatta e ritirata

di Francesco Campi

PORTO VIRO - Sono già passate tre settimane da quando, nel tardo pomeriggio del 9 novembre, Miranda Sarto è stata brutalmente uccisa con un colpo alla nuca, dopo una dozzina di coltellate sferrate con l'intento di ferire, all'interno del suo appartamento in via Gorghi. Le indagini vanno avanti e oggi il Ris di Parma consegnerà al sostituto procuratore Andrea Girlando una prima relazione su quanto raccolto sulla scena del crimine. Nel frattempo, si è scavato anche nel passato della signora Miranda. E risale a oltre due anni fa una denuncia (poi ritirata) nei confronti del nipote Gino, 68 anni. Lui per primo, che vive sopra all'appartamento dell'anziana, aveva ammesso, in un'intervista di fronte alle telecamere Rai all'indomani della tragedia, che i rapporti con la zia non erano dei migliori, soprattutto dopo l'arrivo dell'amico di lei, Giuliano Fanan...
 

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 2 Dicembre 2016, 11:13






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
L'assassinio di Miranda, il mistero di quella denuncia fatta e ritirata
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti