Spacciavano hashish con un principio attivo altissimo: 3 in manette

PER APPROFONDIRE: droga, hashish, padova, spaccio
Spacciavano hashish con un principio attivo altissimo: 3 in manette
PADOVA - Nella mattinata di lunedì 19 giugno i carabinieri di Padova hanno dato esecuzione ad una ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di tre nordafricani. L’operazione, denominata “black list”, ha già consentito di trarre in arresto 4 persone e sequestrare ingenti quantità di stupefacente, in particolare hashish con un altissimo principio attivo (del 19% contro il 6% di norma presente in questo tipo di droga).

I tre, residenti tra le province di Vicenza e Rovigo, secondo l'accusa, erano specializzati nell'importazione di resina di hashish in forma di ovuli dal Marocco e dalla Spagna. Le indagini, coordinate dal sostituto procuratore Benedetto Roberti, sono iniziate nei primi mesi del 2016. Tra aprile e agosto dello scorso anno i primi arresti: i carabinieri avevano fermato tre corrieri marocchini che avevano ingoiato ovuli di hashish per un totale di oltre sei chilogrammi. I tre pusher arrestati oggi riuscivano a manovrare oltre un chilo di hashish a settimana, destinato al mercato di Padova e provincia.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 19 Giugno 2017, 12:32






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Spacciavano hashish con un principio attivo altissimo: 3 in manette
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2017-06-19 16:43:03
Avvisate elisuccia grazie