Domenica 13 Agosto 2017, 10:10

Referendum, nei dem nasce il comitato per il sì

Referendum, nei dem nasce il comitato per il sì

di Angela Pederiva

Un paio di settimane fa la direzione regionale del Pd prendeva la sua decisione in merito al referendum sull'autonomia: «Sì». Certo, un «sì critico» («verso la propaganda di Zaia») e un «sì condizionato» («alla trattativa con il governo»), tanto da suscitare ironie nella platea («Tanto vale chiamarlo sic, anzi sigh...»), ma comunque un «sì» sufficiente ad aprire una crepa del partito, con la maggioranza renziana allineata sul fronte della «responsabilità» e la minoranza orlandiana mobilitata nella trincea della «consultazione-truffa». Una fenditura che da ieri è ufficiale, visto che la deputata dem Simonetta Rubinato ha annunciato la costituzione del comitato Veneto Vivo per il Sì all'autonomia, con l'intento di dare forma anche organizzativa ad una sostanza politica che è ormai un caso. 

Il modulo per l'adesione alla nuova formazione è scaricabile dal sito web della parlamentare, dov'è sintetizzato il suo obiettivo: «Operare attivamente per la campagna referendaria, sviluppando la conoscenza e l'informazione sui contenuti del quesito referendario, per favorire la più ampia partecipazione e l'esito favorevole del referendum consultivo che si terrà il 22 ottobre prossimo». Rubinato è consapevole di andare incontro alle critiche, soprattutto interne, che respinge preventivamente così: «Non stiamo discutendo di programmi di partiti, di destra o di centro o di sinistra. Il referendum per l'autonomia del Veneto interessa tutti i veneti e anche chi ha scelto di vivere e lavorare in questa regione e noi invitiamo tutti a partecipare e a votare Sì perché la posta in gioco è la libertà e la responsabilità di costruirci un futuro all'altezza della laboriosità e delle speranze della nostra gente». L'intento è quindi trasversale: «Si potranno da subito aggregare ulteriori aderenti che vogliano partecipare attivamente alla campagna, anche costituendo articolazioni provinciali e comunali del comitato, oltre a tutti quei cittadini che, a prescindere da ogni appartenenza politica, ne condividono i valori civici». 
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Referendum, nei dem nasce il comitato per il sì
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2017-08-13 15:57:15
DC-PCI, le istituirono nel 1970, e ancor oggi la cuccagna continua… Hanno prodotto un buco nero nell'economia del Paese, che continua imperterrito anche con questa raffica di referendum inutili, autoreferenziali, ad uso e consumo della piccola pletora di amici e funzionari regionalistici. Continuano a dilapidare somme ingenti di denaro pubblico sotto gli occhi di tutti. Occorre solo fare una cosa: abolire a più presto le Regioni (autonome, speciali, ordinarie), assieme a tutti gli altri enti inutili di questa dispendiosa galassia. Nessuno ripresa economica del Paese sarà mai possibile se continuerà questo andazzo
2017-08-13 17:35:04
...te lo ripeto(sperando che non lo blocchino di nuovo) l'unica cosa da cancellare è lo stato italiano nato da massoni.-
2017-08-13 13:33:33
Pur di non restare fuori dal gioco sono pronti a supportare il "referendum"! Il meglio della politica italiana...
2017-08-13 10:32:03
andate a votare per il bene della nostra regione con un si netto