Sabato 12 Agosto 2017, 09:54

A Nordest la mafia c'è, ma veste in doppiopetto

PER APPROFONDIRE: doppiopetto, mafia, nordest
A Nordest la mafia c'è, ma veste in doppiopetto

di Giuseppe Pietrobelli

Non aspettatevi i mafiosi con la coppola e la lupara. E nemmeno i calabresi pronti a sequestrare facoltosi imprenditori. O camorristi che controllano il traffico della droga nei territori metropolitani della Campania. A Nordest le cosche ci vanno soprattutto per ripulire il denaro, per cercare coperture pulite, per trasformare i proventi dell'illecito in attività insospettabili. La Direzione investigativa Antimafia ha depositato in Parlamento alcuni giorni fa la relazione del secondo semestre 2016 sulla grande criminalità organizzata. I dati, incrociati con la precedente relazione del primo semestre, costituiscono la fotografia più aggiornata di un fenomeno che allunga i suoi tentacoli nelle ricche regioni del Veneto e del Friuli.

ECONOMIA - La mafia in Veneto non c'è, almeno come siamo abituati a conoscerla in Sicilia. E nel secondo semestre del 2016 non sono emersi fenomeni particolari neppure in Friuli. Eppure, nella relazione precedente un riferimento ad entrambe le regioni era presente. Nel Veneto si sarebbero registrate presenze di soggetti legati a Cosa Nostra, che tenderebbero innanzitutto a radicarsi economicamente sul territorio con una presenza stabile, ma non tale da assumere le connotazioni tipiche della regione di provenienza. Lo scopo principale di tali sodalizi va individuato nel riciclaggio e nel reinvestimento di capitali illeciti, anche attraverso l'acquisizione di attività commerciali ed imprenditoriali, sfruttando, se del caso, l'opera di gruppi delinquenziali locali. Non è tutto: A ciò si aggiunga la forte disponibilità di liquidità, che spinge l'organizzazione a sostituirsi al sistema del credito legale e a praticare l'usura. 

In Friuli durante il 2016 sono stati sequestrati o confiscati beni a due imprenditori edili, a Udine e Pordenone, risultati in collegamento con Cosa Nostra palermitana.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
A Nordest la mafia c'è, ma veste in doppiopetto
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 6 commenti presenti
2017-08-13 10:30:53
E tanta ce ne'....ciao.
2017-08-12 22:21:43
Certo che c'è, è lo Stato che non la vede o diciamo non la vuole vedere perché c'è ormai troppa corruzione e intrecci. Il Nordest si sta meridionalizzando e dimentica il grande passato sotto l' Austria quando tutto funzionava come dovrebbe essere la normalità in un paese civile.
2017-08-12 18:29:01
e ringraziamo lo stato itagliota con l'istituto del "confino" quando hanno iniziato a mandare al nord tante perdone d'onore
2017-08-12 23:43:39
E anche a coloro che davano del razzista a chi non li voleva, e adesso dicono: oh, c'e' la mafia anche da voi. Si', grazie a voi che ce l'avete paracadutata a domicilio.
2017-08-12 12:07:25
Sempre pensato questo e non è certo una novità......ciao.