Caos autostrade: il piano di Autovie, i deterrenti anti traffico per l'estate

PER APPROFONDIRE: autostrada, autovie, code, incidenti, traffico, veneto
Caos autostrade: il piano di Autovie, i deterrenti anti traffico per l'estate

di Paola Treppo

VENETO E FRIULI - VENETO E FRIULI - Esodo estivo: pronto il piano operativo di Autovie Venete, Cav e Polstrada per questa bollente estate alle porte. I weekend estivi, infatti, sono i periodi in cui la rete autostradale è più sotto pressione perché al traffico commerciale e dei pendolari si aggiunge quello dei vacanzieri, concentrato, appunto, nei fine settimana.

Autovie e Cav, le misure
Autovie Venete e Cav, che gestisce il Passante di Mestre, in collaborazione con la Polizia stradale del Veneto e del Friuli Venezia Giulia operano in sinergia per fronteggiare i flussi di traffico e le eventuali congestioni, potenziando il numero di chi opera sulla strada e nelle centrali operative e coordinando le attività attraverso un stretto collegamento fra le centrali radio. Un modello operativo testato già lo scorso anno e ulteriormente affinato e integrato in modo da consentire una maggiore rapidità ed efficacia.

By pass
Con il by pass c'è reindirizzamento del traffico dalla A4 verso la A34 per chi è diretto in Slovenia e dalla A4 verso la A28/A27 per chi viaggia in direzione Venezia, quando il flusso dei veicoli è congestionato.

Uscite obbligatorie
Ci sarà l'istituzione delle uscite obbligatorie e l'attivazione dei percorsi alternativi nei momenti in cui i transiti aumentano in modo eccessivo. Tutto sarà pubblicato sui pannelli a messaggio variabile già in Austria e in Slovenia delle informazioni sulla viabilità in Italia.

Il vertice a Venezia 
Le misure sono state presentate oggi, lunedì 19 giugno, a Venezia, nella sede di Cav, alla presenza dei presidenti di Cav e Autovie, Luisa Serato e Maurizio Castagna, e della Polizia stradale Gianluca Romiti comandante del Centro operativo autostradale/Coa, Antonio Di Gregoli primo dirigente della polizia stradale Fvg, il vice questore aggiunto della Polizia di Stato, la dottoressa Maria Faloppa primo dirigente della Polizia stradale di Venezia. 

Polstrada, le misure
Incremento delle pattuglie nelle giornate ove è atteso un traffico più intenso; impiego di pattuglie delle squadre di polizia giudiziaria, soprattutto nelle aree di servizio e di parcheggio autostradali, per il contrasto della microcriminalità ai danni dei viaggiatori; maggiore visibilità delle pattuglie della polizia stradale in autostrada con soste frequenti nelle aree di servizio, nelle piazzole e nei caselli; utilizzo costante delle tecnologie disponibili per l’accertamento delle violazione in materia di velocità, con l’attivazione del Tutor sulle tratte autostradali di competenza e l’intensificazione dei servizi con gli autovelox, telelaser e provida nell’area di cantiere della terza corsia

Occhio al telefonino e al bicchiere 
Ci sarà un potenziamento dei servizi ad alto impatto in materia di corretto uso dei telefonini, delle cinture di sicurezza e dei sistemi di ritenuta per i bambini; un aumento dei controlli con etilometri e precursori per il contrasto della guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti lungo gli itinerari di interesse turistico e verso i luoghi di ritrovo giovanili.

Allerta furti
Per contrastare il fenomeno, sempre più diffuso, dei furti nelle aree di servizio, le Concessionarie, in collaborazione con polizia stradale hanno promosso una campagna per ricordare agli utenti di non lasciare oggetti di valore in auto: manifesti e locandine fungeranno da “alert” in tutti i punti di sosta e di distribuzione carburante.

La task force di Autovie
Oltre 230 persone al lavoro sulle 24 ore fra tecnici degli impianti, operatori di sala radio, manutentori, esattori e ausiliari al traffico dotati di 25 automezzi di cui 14 furgoni; 4 pick-up attrezzati con “forche” per sollevare veicoli; 2 scooter; 1 pick-up; 2 veicoli di servizio; 2 autocarri frigo. Speriamo bene, quindi, e in bocca al lupo a tutti gli operatori che lavorano per la nostra sicurezza. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 19 Giugno 2017, 18:38






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Caos autostrade: il piano di Autovie, i deterrenti anti traffico per l'estate
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2017-06-20 12:02:16
Aggiungere corsie e togliere i caselli possono migliorare un po' le cose.Aggiungerei controlli ed eventuali sanzioni pesanti su Tir slavi e loro conducenti.
2017-06-19 22:53:17
Intanto hanno tolto la possibilità di vedere le webcam della tangenziale di Mestre. Cosi se prima si aveva una minima possibilità di evitare qualche coda ora ci si deve affidare ai cartelli luminosi che il più delle volte raccontano la storia del l'orso. Grazie CAV!!!!!!
2017-06-19 19:47:41
Non mi sembrano provvedimenti "utili" a ridurre il traffico. E, chesso' incoraggiare la gente a sfruttare orari diversi ? Uno sconto per chi viaggia di notte sarebbe improponibile ? Risolvere una volta per sempre la questione caselli, obbligando all'uso del telepass o di "vignette" prepagate, specie per chi viene dall'estero ?