Squilla il telefono a Camin: «Pronto?
Sono Papa Francesco, dammi del tu»

Stefano Cabizza e Papa Francesco

di Alessandro Bonavetti

PADOVA - Squilla il telefono, lui, 19 anni di Camin, Ŕ a casa, e risponde: dall'altro capo della cornetta c'Ŕ Papa Francesco. ╚ accaduto davvero ad un ragazzo padovano, Stefano Cabizza, una passione per il calcio (quest'anno Ŕ in prima categoria con la Gregonese, e tanto lavoro con lo studio (ingegneria dell'informazione).



Otto minuti al telefono con il Pontefice. Francesco aveva scritto una lettera al Papa prima di andare a Roma con la famiglia, l'aveva consegnata ad un cardinale durante la messa in piazza. ┬źHo voluto parlare di questa mia esperienza fantastica solo per mettere in luce il gesto di grande umilt├á e vicinanza a noi fedeli di Papa Francesco┬╗, spiega Stefano con l'emozione ancora viva negli occhi. ┬źMi ha detto di dargli del tu, dicendomi: "Credi che gli Apostoli dessero del lei a Ges├╣? O lo chiamassero sua eccellenza? Erano amici come lo siamo adesso io e te, ed io agli amici sono abituato a dare del tu┬╗.





Dettagli e approfondimenti sul Gazzettino in edicola o nell'edizione digitale ---> http://goo.gl/tIi9o
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Gioved├Č 22 Agosto 2013, 07:11






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Squilla il telefono a Camin: «Pronto?
Sono Papa Francesco, dammi del tu»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti