Ladro ucciso dal tabaccaio, la sorella
di Igor in lacrime: «Fatta giustizia»

Franco Birolo con la moglie e, a destra, Igor Ursu
CORREZZOLA - (m.a.) Alla lettura della sentenza la madre e la sorella di Igor Ursu sono scoppiate a piangere. Angela, la sorella del ventenne moldavo ucciso dal tabaccaio, con un filo di voce ha dichiarato: «Giustizia è stata fatta. Non si può spazzare via in questo modo una giovane vita». La mamma, tra le lacrime e la poca conoscenza della lingua italiana, ha detto: «Sono venuta in Italia per lavorare, imparare la lingua e ora mi trovo senza un figlio...Non è giusto...Non è possibile». Madre e sorella di Igor Ursu, ucciso da Franco Birolo, il tabaccaio di Civè di Correzzola, sono difese dalle legali Paola Miotti ed Eleonora Danieletto. «Crediamo - hanno sottolineato - che sia stata una sentenza giusta e soprattutto molto coraggiosa. L’accusa formulata in un secondo momento dal pubblico ministero, quindi di eccesso colposo di legittima difesa, è corretta e da quando si evince dagli atti il giudice ha applicato doverosamente le legge...»...
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 29 Gennaio 2016, 13:21






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Ladro ucciso dal tabaccaio, la sorella
di Igor in lacrime: «Fatta giustizia»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 80 commenti presenti
2016-01-29 13:32:13
Ottimo esempio: vai in Itaglia a rubare e se per caso ti feriscono o ti uccidono sarai risarcito! E sì in tutto il mondo è così!!
2016-01-29 13:32:33
Estrema solidarieta'al tabaccaio, estrema vergogna italica con questa ingiusta condanna.
2016-01-29 13:40:20
...una volta chi aveva un parente "ladro" si vergognava...com'e` cambiato il mondo...
2016-01-29 13:44:56
Per me piangevano dalla gioia di avere un risarcimento. Dovrebbe essere lo stato a risarcire, visto che tutto questo è merito suo.
2016-01-29 13:54:26
Avete capito ? La giustizia italiana funziona molto bene quando si tratta di eccesso di legittima difesa , quando invece ci sono omicidi efferati allora ci sono le attenuanti , queste però non esistono per chi si difende in un momento di forte stress e paura per la propria integrità , la madre dice che si è fatta giustizia ma io credo che suo figlio se stava a casa era ancora vivo , invece ha scelto a suo rischio e pericolo di rubare .