Ospedale, turni a rischio: 146 incinte
«Ma il problema è la carenza di personale»

PER APPROFONDIRE: infermiere, ospedale, ostetriche, padova
Ospedale, turni a rischio: 146 incinte  ​«Ma il problema è che manca personale»
PADOVA - Sale operatorie e reparti svuotati all'ospedale di Padova e la colpa è della cicogna in arrivo. Sono 130, secondo i sindacati, le infermiere e 16 le ostetriche in dolce attesa. Una situazione che rischia di mettere in crisi reparti strategici come le terapie intensive e la gastroenterologia. Al punto che gli organismi di rappresentanza dei lavoratori hanno proclamato lo stato di agitazione e chiesto la mediazione del prefetto Patrizia Impresa. Per un organico che in teoria è composto da 2.100 infermieri, i fiocchi rosa e azzurri in arrivo rischiano di far saltare i turni in sala operatoria, diventando una vera e propria emergenza.

A spiegare cosa accade è Luigi Zuin, a nome della Uil: «ad esempio nel giro di dieci giorni l'equipe di cardiochirurgia ha perso tre infermiere, tutte rimaste incinte. Al loro posto in sala operatoria dovranno allungare l'orario i colleghi rimasti, come molti altri non solo costretti a rinunciare alla libera professione ma pure a sobbarcarsi 13/14 reperibilità al mese invece delle 6 pattuite». Il 2 febbraio è prevista l'assemblea generale dei lavoratori e se l'azienda non risponderà all'emergenza sarà dichiarato lo sciopero.

Non ci stanno però le infermiere e le ostetriche: il problema, dicono, non è causato dal fatto ceh siamo rimaste incinte, ma si tratta di una carenza di organico che risale a molto tempo addietro. In buona sostanza, alla carenza di organico precedente, si è sommata la concomitanza delle gravidanze e, sempre secondo le dirette interessate, la mancata sostituzione del personale.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 23 Gennaio 2016, 15:58






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Ospedale, turni a rischio: 146 incinte
«Ma il problema è la carenza di personale»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 27 commenti presenti
2016-01-25 16:40:56
Potevi cercartene uno anche tu. E non tirar fuori la solita tiritera che non eri raccomandato. Viste le sciocchezze che scrivi, probabilmente non ne hanno voluto sapere di assumerti
2016-01-25 16:38:37
La libera professione può essere esercitata solo FUORI dal l'orario di servizio, che, in particolare per gli infermieri, è poco flessibile nel senso che, se lei non lo sapesse, le aziende NON pagano lo straordinario. Per cui evitiamo di scrivere stupidaggini. Il fatto è che le infermiere da che mondo è mondo sono in gran parte donne, molto spesso giovani: le donne giovani hanno un grosso difetto, egregio: a volte restano incinte!! Per cui vanno sostituite... Non volete sostituirle? Allora non lamentatevi dei disservizi. E finiamola colle sparate del tipo che dovrebbero essere gli altri ad ammazzarsi per coprire i buchi, quelli che dicono queste cose sono spesso coloro che cercano in tutti i modi di lavorare il meno possibile
2016-01-25 12:38:45
Acqila, evidentemente nn è in grado nemmeno ad averlo nel privato!!
2016-01-25 11:57:22
@Jucques de Molay ...può essere, ma lei non deve essere invidioso; anzi deve aspirare ad avere gli stessi diritti, cioè una fonte per la sopravvivenza garantita.-
2016-01-25 09:52:08
Oramai, a far figli, sono rimasti solo quelli col posto fisso da statali... un posticino protetto, ipergarantito e ipersindacalizzato.