Madre morbosa, va a scuola truccato: 13enne allontanato dai genitori

Madre morbosa, va a scuola truccato: 13enne allontanato dai genitori

di ​ Luca Ingegneri

VILLAFRANCA -  Dovrà lasciare la casa materna il tredicenne di Villafranca al centro di un’accanita disputa tra i genitori, sfociata in un processo per violenza sessuale a carico del padre, conclusosi con un verdetto assolutorio per insufficienza di prove. Lo stabilisce un decreto del Tribunale dei Minorenni di Venezia che avrebbe dovuto fissare le modalità di affido del minore. I giudici hanno assunto un provvedimento temporaneo in attesa delle audizioni di entrambi i genitori, convocati per metà gennaio. Lo studente di terza media resta affidato ai Servizi sociali di Piazzola sul Brenta e verrà collocato in una comunità terapeutica, lontana dal territorio di appartenenza. Ma soprattutto verranno sospesi i contatti con i genitori.
Per il Tribunale dei Minori è «opportuna la temporanea sospensione dei rapporti con entrambi per permettergli di non vivere la situazione come conseguenza diretta del rifiuto del padre. È necessario infatti che il minore possa essere libero da condizionamenti e consapevole della necessità di un lavoro su sé stesso». Con quest’allontanamento i giudici intendono «verificare la capacità di collaborazione dei due genitori e l’evoluzione della condizione del minore». Il trasferimento in comunità dovrà avvenire senza traumi, e senza dover ricorrere all’ausilio delle forze dell’ordine. Saranno gli stessi Servizi Sociali ad occuparsene. Ed è stata proprio la relazione della struttura socio sanitaria piazzolese ad orientare le scelte del tribunale: il mondo affettivo del tredicenne risulterebbe legato quasi esclusivamente a figure femminili e la relazione con la madre sarebbe connotata da aspetti di dipendenza, con difficoltà di identificazione sessuale «tanto che in alcune occasioni era andato a scuola con gli occhi truccati, lo smalto sulle unghie o i brillantini sul viso». «È una ricostruzione palesemente travisata - replica seccamente il legale della madre Francesco Miraglia - il ragazzo non presenta alcuna devianza sessuale. Crediamo piuttosto che si tratti di una ritorsione dopo le denunce su quanto accadeva nella comunità dell’Alta padovana in cui è stato ospite per un anno e mezzo». Il ragazzino sarebbe stato maltrattato e percosso, costretto a continui atti di bullismo, tra bestemmie e offese di ogni tipo. Fino a quando la madre aveva deciso di tenerlo a casa.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 2 Dicembre 2016, 10:41






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Madre morbosa, va a scuola truccato: 13enne allontanato dai genitori
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 14 commenti presenti
2016-12-06 10:45:51
gia' qualche anno fa c'era stato quell'episodio di PAS o era tutto un complotto "Gardneriano" (quel dottore americano [morto suicida] che ricondizionava i bambini difficili, facendogli odiare la madre)
2016-12-03 09:11:20
Non posso far altro che darle ragione signor cieffe, tutti pronti a commentare ciò che non sanno!!
2016-12-03 02:20:56
Ciao Fiocchi,guarda... difficile che il pensiero altrui mi interessi più del pomodoro dell orto del vicino. Io dirò sempre e comunque quello che penso del tutto disinteressata del parere di chiunque,sia esso qui dentro o fuori nella vita vera. Non mi interessa cosa pensano il 70 % dei commentatori,noon mi interessa la politica editoriale o il politicamente corretto del gazzettino né del direttore o di chi lo gestisce o del censore perchè cosa pensa chi non mi riguarda. Mi interessa lo scambio con poche persone dalle quale anche qui dentro ho da imparare. Per il resto mi spiace troppa ipocrisia e finto perbenismo contenuti in un calderone che si finge serio ma che fa acqqua da tutte le parti,senza eccezione ovviamente dei 15 multinick che concedono a ID no? Ma di che parliamo? Figurati se mi interessa quanto sia giusto dire cosa... è già una concessione che io contribuisca al traffico dati da presentare dopo.
2016-12-03 02:09:41
Ma la faccia finita Cieffe e guardi in faccia la realtá! Un'accusa di violenza sessuale al padre che decade miseramente e un figlio che alle medie va a scuola truccato a lei sembrano segnali di un.amhiente famigliare normale??? Se anche il ragazzo avesse manifestato un'omosessualità una madre sana di mente lo aiuta.nel suo percorso non certo lasciando che ridicolizzi se stesso per poi magari finire nella cronaca del gazzettino come l'ennesimo suicidio!! E se proprio intende fare il simpaticone non dimentichi Fenichel la prossima volta,quelli che cita lei sono dozzinali al suo confronto.
2016-12-02 20:48:48
... pensano che un figlio di una coppia omogenitoriale crescerà equilibrato nei suoi comportamenti non avendo due figure identificative (maschio/femmina). Non proseguo perche' i confini del cosiddetto "politicamente corretto" impongono autocensure .