La ragazza padovana nell'Isis:
«Sono pentita ora ho paura»

PER APPROFONDIRE: isis, meriem, obiettivi, padova, pentita
Meriem Rehally

di Marco Aldighieri

PADOVA - Meriem Rehaily, la diciannovenne fuggita da Arzergrande nel luglio scorso per arruolarsi nell’Isis ha telefonato a un familiare:«Sono pentita voglio tornare». La ragazza marocchina aveva messo su internet alcuni obiettivi da colpire. Adesso si teme per la sua vita, il Califfato potrebbe farla prigioniera e ucciderla per vendicarsi della diserzione.
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 21 Febbraio 2016, 09:44






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
La ragazza padovana nell'Isis:
«Sono pentita ora ho paura»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 69 commenti presenti
2016-02-23 08:34:47
Chi è causa del sua mal pianga se stesso... Pensarci prima no?? In galeraaa!!!! Dinnn
2016-02-22 16:55:42
per favore andiamoci piano a definirla "padovana", questa è semplicemente una marocchina (arrivata in Italia a 9 anni e quindi non nata in Italia) che abita in un paese della provincia di padova. Padovana significa ben altro. Poi se si è pentita e quelli dell' isis dovessero ammazzarla non me ne può fregar di meno.
2016-02-22 15:06:57
Not in my name, not with my taxes. Resta là dove sei.
2016-02-22 09:35:34
quando hai fatto la tua scelta eri maggiorenne e quindi capace di intendere e volere. ora che sei tra i tuoi venerati e forse hai capito di cosa sono capaci, vorresti tornartene a casa. lì devi restare e basta e se riesci a tornare con le tue gambe, forse sarai accettata
2016-02-22 09:29:41
Beh, potrebbe sempre tornare in Marocco con la famiglia, no'? Che ci pensino i Marocchini ad andare a riprendersela (se ci tengono)