La Procura ordina la scorta
al giudice minacciato sul Web

di Marco Aldighieri

PADOVA - Dopo le minacce e gli insulti sul web per aver condannato il tabaccaio Franco Birolo, la Procura ha deciso di intervenire ordinando a carabinieri e polizia di sorvegliare l’abitazione del giudice Beatrice Bergamasco. Una sorta di scorta a titolo precauzionale. Contestualmente, è stato ordinato alla Digos di procedere alla identificazione degli autori dei commenti apparsi in internet spesso nascosti dietro a nomi di fantasia. Ieri, intanto, manifestazione della Lega a Correzzola.
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 31 Gennaio 2016, 09:25





Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
La Procura ordina la scorta
al giudice minacciato sul Web
CONDIVIDI LA NOTIZIA
VIDEO
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 77 commenti presenti
2016-01-31 09:36:11
Quando certe sentenze vanno contro il comune sentire del popolo vuol dire che c'è qualcosa che non funziona sul nostro sistema giudiziario. Non a caso nei paesi più civili, come negli USA, le sentenze la fa la giuria popolare.
2016-01-31 09:37:11
Nessuna meraviglia che sia finita così: chi semina vento raccoglie tempesta!
2016-01-31 09:39:03
Quando i giudici si allontanano dal sentimento della comunità, servono le scorte. Mi ricorda qualcosa di antico e di oppressivo, non so perchè.
2016-01-31 09:46:50
La giudichessa ha emesso una sentenza nel nome del popolo italiano, non capisco perché ora lo vuole querelare. Il popolo italiano è felice della sua sentenza.... o no?
2016-01-31 09:51:52
La legge sulla legittima difesa è complessa...prevede varie distinzioni...putativa...eccesso colposo ecc. avere un'arma non basta ...bisogna sapere ed altrimente frequentare corsi.