Freddy davanti al giudice confessa:
«È stato un gioco erotico finito male»

Freddy davanti al giudice confessa:  «È stato un gioco erotico finito male»
Freddy davanti al giudice confessa:
«È stato un gioco erotico finito male»
PADOVA - Sono arrivati poco prima delle 11 in tribunale a Padova Freddy Sorgato, la sorella Debora e Manuela Cacco, posto in stato di fermo con l'accusa di omicidio premeditato in concorso di Isabella Noventa, la 55enne di Albignasego scomparsa la notte del 15 gennaio. Il primo ad entrare nell'aula del gip Cristina Cavaggion per l'udienza di convalida è stato Freddy Sorgato, l'ex fidanzato di Isabella.

Il ballerino ha confessato al giudice che Isabella è morta per un gioco erotico finito male«Freddy Sorgato ha reso una importante ammissione di responsabilità in ordine alla morte di Isabella Noventa  - ha dichiarato il suo avvocato difensore Massimo Malipiero - Ha ricostruito gli ultimi momenti trascorsi con Isabella prima della morte e ha parlato di un tragico incidente. Ha escluso coinvolgimenti di terze persone. La sorella Debora ha reso una telegrafica dichiarazione spontanea affermando che non ha fatto del male a Isabella». 

L'avvocato di Freddy Sorgato

L'avvocato ha riferito anche che il suo assistito davanti al Gip, Cristina Cavaggion, si e avvalso della facoltà di non risponde e ha fatto unicamente dichiarazioni spontanee. Per l'avvocato Malipiero, Sorgato è apparso «travolto da questa situazione e sotto shock. Io non l'ho mai visto freddo come riportato dalla stampa ma sotto shock». «Abbiamo chiesto - ha poi aggiunto il legale - l'applicazione di una misura diversa dalla custodia cautelare in carcere sia per Freddy che per Debora Sorgato sulla base di una modifica del reato contestato, verso un tipo di delitto meno grave. Per questo abbiamo chiesto gli arresti domiciliari per entrambi. Attendiamo la risposta del gip nel pomeriggio».
 
«Manuela Cacco ha raccontato la sua verità - ha dichiarato il suo legale Alessandro Menegazzo - Quando quella sera è andata da Freddy non sapeva che Isabella era morta. Lui le ha chiesto di indossare il giubbotto bianco di Isabella, lei gli ha domandato perché e quando lui le ha risposto "Perché ho fatto qualcosa" a lei è bastato sapere questo». La sera della scomparsa di Isabella, infatti una donna era stata immortalata dalle telecamere delle piazze di Padova con addosso un giubbotto bianco, lo stesso che indossava Isabella. Per l'accusa una messinscena per nascondere l'omicidio. «Quella sera Manuela e Freddy dovevano andare a ballare. Manuela non ha notato nulla di strano, non ha incontrato la sorella di Sorgato né ha fatto caso alla sua auto». Perché Manuela non si è presentata dagli investigatori quando ha saputo che Isabella era scomparsa? «Questa è una domanda alla quale mManuela risponde in lacrime. Probabilmente per la relazione che aveva con Freddy. Lei era innamorata di Freddy».

L'avvocato di Manuela Cacco
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 18 Febbraio 2016, 12:57





Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Freddy davanti al giudice confessa:
«È stato un gioco erotico finito male»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 11 commenti presenti
2016-02-18 13:31:19
B A L L E. 1) Avrebbe chiamato soccorsi. 2 hanno occultato il cadavere. 3) hanno inscenato la donna che scendeva dall'auto a tal ora in tal posto col giaccone della vittima. Qui l'unico gioco che esiste è quello di una personalità edonistica e narcisistica contro il resto del mondo.
2016-02-18 13:38:37
Questo c'ha le pigne nel cervello, si vede sin dalle foto.
2016-02-18 14:09:24
tre volte BALLE! che marciscano in galera tutti e tre.
2016-02-18 17:03:49
cè nè abbastanza per " cento colpi di spazzola"..
2016-02-18 17:25:30
A sto punto l´avvocato poteva anche dire: la vispa teresa aveva tra l´erbetta, al volo sorpreso gentil farfalletta..... ...Sarebbe stato piü credibile